Come avere una abbronzatura perfetta.

Home >> Rimedi Naturali
21/6/17

Prendere il sole in estate: le precauzioni per evitare danni alla pelle

Stare all’aperto e prendere il sole in estate piace a tutti, porta il buonumore e fa bene sia al corpo che alla salute, ma bisogna fare molta attenzione, perché i raggi UV potrebbero diventare pericolosi in certi momenti della giornata e dopo lunghe esposizioni.

Abbronzarsi in fretta é da evitare assolutamente in quanto si possono rischiare pericolose scottature, i cui danni, nel tempo, possono degenerare in seri problemi per la pelle, il più grave dei quali è il melanoma.

Un'abbronzatura perfetta: un rapporto molto delicato

Quello dell’abbronzatura è un processo naturale, durante il quale la pelle produce un pigmento, chiamato melanina, che protegge dai raggi UV; di fatto la tintarella è il risultato di un meccanismo di difesa messo in atto dal nostro organismo. Per questo motivo è consigliato non abusare dell’esposizione prolungata al sole con il solo scopo di abbronzarsi velocemente, il rischio é quello di indebolire le difese e di conseguenza provocare scottature e, nel tempo, danneggiare le cellule in modo irreparabile; i raggi UV, benché non siano l’unica causa del tumore alla pelle, ne rappresentano un fattore chiave.

Come evitare danni alla pelle

I bambini sono i più delicati, con una pelle più sensibile degli adulti e quindi da proteggere in maniera efficace anche al di fuori degli orari più pericolosi, utilizzando una crema solare con protezione 50  (da valutare a seconda del tipo di pelle).

A questo proposito, è bene classificare le tipologie di pelle (sia per gli adulti che per i bambini), in modo da agire di conseguenza:

  • Tipo 1: si scotta sempre e non si abbronza
  • Tipo 2: si scotta dopo un’ora ma dopo qualche giorno si abbronza leggermente
  • Tipo 3: si scotta leggermente dopo un’ora ma dopo qualche giorno si abbronza moderatamente
  • Tipo 4: non si scotta dopo un’ora passata a prendere il sole e dopo alcuni giorni è molto abbronzata

Qualunque sia il tipo di pelle, tuttavia, bisogna prestare molta attenzione all’utilizzo di medicine che possono causare ipersensibilità e provocare seri eczemi. Nel caso è necessario evitare di prendere il sole dalle 11 am alle 3 pm.

Inoltre la protezione solare, consigliata per ogni tipo di pelle, non è comunque certezza di schermo totale, anche oltre 50, per cui si raccomanda sempre di evitare esposizioni prolungate nelle ore più calde.

Cosa bisogna sapere sulla protezione solare

Il numero che vediamo sempre impresso sulle confezioni di crema solare viene definito SPF (Solar Protection Factor, Fattore di Protezione Solare) ed è un sistema di misura dell’efficacia e si basa sul tempo che una persona con la carnagione chiara può rimanere al sole senza arrossarsi. Questo tempo è solitamente pari a 20 minuti in primavera. Quindi, se una crema ha come valore di SPF 20, significa che, se applicata, permette di stare al sole in primavera per 400 minuti (20x20).

Questi numeri vanno ovviamente modificati individualmente a seconda delle situazioni e delle circostanze, come ad esempio l’effettiva potenza del sole, la sudorazione o l’acqua che riducono l’efficacia della protezione, il tipo di pelle e così via.

Cosa fare per un’abbronzatura perfetta e sicura

Abbronzarsi non vuol dire bruciarsi o soffrire sotto il sole; basta prendere alcuni accorgimenti, avere un po’ di pazienza e il risultato sarà impeccabile. Ecco alcuni suggerimenti da seguire quando si prende il sole.

  • In una giornata nuvolosa dal 30% al 50% dei raggi del sole raggiungono la pelle, quindi è facile bruciarsi;
  • Quando c’è vento, soprattutto fresco, sembra di non sentire il calore del sole: è un errore gravissimo, perché i raggi hanno sempre la stessa efficacia;
  • Brevi ed intense esposizioni sono pericolose (ad esempio un giorno interno in una settimana) e possono contribuire allo sviluppo del melanoma;
  • Prendere il sole per 15 minuti 3 volte a settimana è sufficiente per apportare un buon quantitativo di vitamina D;
  • Applicare la protezione solare almeno 30 minuti prima di uscire e riapplicare dopo il bagno o dopo due ore;
  • Una protezione 50 non fornisce una copertura significativamente maggiore rispetto ad una 30, motivo per cui in Australia e negli USA l’SPF più alto è 30+;
  • Fare attenzione a creme e profumi che possono causare ipersensibilità ai raggi del sole.

Come capire se ci siamo esposti troppo a lungo

A volte le nuvole e il vento compromettono la corretta percezione del calore assorbito dai raggi solari, per cui è bene seguire alcuni accorgimento per evitare brutte sorprese alla sera. È il caso di mettersi all’ombra quando:

  • la pelle resta calda anche dopo averla rinfrescata con l’acqua;
  • inizia un processo di arrossamento;
  • si percepiscono dolore e fastidio.

Per valutare il grado di arrossamento basta premere la pelle con un dito; rilasciandolo comparirà una macchia bianca sul punto di pressione. Se torna subito rossa vuol dire che l’esposizione è stata troppo lunga.

Cosa fare per alleviare una scottatura?

Infine, se proprio non si è riusciti ad evitare la scottatura, bisogna passare ai rimedi. Il più efficace consiste nell’applicare delle apposite creme che si possono trovare in farmacia o in erboristeria; nell’impossibilità di reperirle, l’alternativa sono gli impacchi di acqua tiepida da 30 minuti a un’ora.

Articoli correlati
Rimedi naturali
Curcuma: proprietÓ e controindicazioni
Le mille proprietÓ della curcuma apportano benefici alla salute con poche controindicazioni.

ProprietÓ della boswellia serrata
Tutte le proprietÓ, le controindicazioni e i benefici della boswellia serrata, una pianta utile contro l'artrite reumatoide e infiammazioni.

Diabete, rimedi naturali
Il diabete Ú un problema che riguarda molte persone. Oltre alla medicina ufficiale Ŕ possibile impiegare alcuni rimedi naturali efficaci.

Mille proprietÓ della Centella
La centella asiatica Ŕ un erba officinale con molte proprietÓ. Vediamo quali sono le principali.

Glucomannano fa dimagrire
Cerchiamo di scoprire le proprietÓ e le controindicazioni del Glucomannano, la fibra che fa dimagrire.

Smagliature: ecco come eliminarle
Le "cicatrici" della pelle! Scopriamo cosa sono e come eliminarle .

Olio essenziale di tea tree oil
Tea tree oil: Vediamo nel dettaglio le proprietÓ e a cosa serve questo olio essenziale.

Melaleuca Alternifolia: olio essenziale
La Melaleuca alternifolia Ŕ una pianta australiana ricca di prorietÓ dalla quale si estrae l'olio essenziale noto con il nome di Tea tree oil .

ProprietÓ della griffonia
Nel caso di gambe stanche, gonfie o pesanti esistono molti rimedi naturali che possono davvero aiutarti. Scoprili adesso.

Burro di KaritŔ puro
Le proprietÓ del burro di karitŔ lo rendono unico per la bellezza della pelle del viso senza controindicazioni.

ProprietÓ della spirulina
E' una microalga alimentare impiegata da secoli. Ha mille proprietÓ benefiche ed ha poche controindicazioni.

Antiinfiammatori naturali
Erbe officinali e sostanze naturali contro i dolori articolari

Olio di Argan
L'oro dei berberi per la bellezza della pelle e dei capelli

Rosa mosqueta
Olio ricco di proprietÓ benefiche per la pelle, favorisce la rigenerazione cutanea

Olio di Borragine
La borragine Ŕ una pianta dai cui fiori a forma si estrae un importante olio ricco di proprietÓ. Vediamole.