Le mille proprietà della Centella asiatica: non solo cellulite

La centella asiatica è un erba officinale con molte proprietà. Vediamo quali sono le principali

04/01/17 |
centella asiatica contro cellulite Una forte perdita di peso, sia essa in termini di quantità che di velocità, crea sempre degli scompensi, anche dal punto di vista estetico. Tra questi il problema di pelle flaccida e cellulite.
Un interessante erba officinale utile come rimedio naturale, per tutta una serie di problemi legati allo stato di salute della pelle, è la centella asiatica. Detta anche tigre del prato, è conosciuta come elisir di longevità: scopriamo adesso tutte le sue proprietà.
Articoli correlati



Negli ultimi anni, in campo medico, si sono moltiplicati gli studi che hanno come focus le proprietà benefiche e curative di alcune erbe officinali. Tra queste segnaliamo un interesse crescente verso la Centella asiatica, i suoi usi e benefici. Come suggerisce il nome, si tratta di un’erba che arriva dall’Oriente (molto usata nella tradizione ayurvedica indiana), coltivata in particolare in Pakistan, anche se il suo uso sta diventando sempre più comune anche da noi. In Cina, dove è nota con il nome gotu kola, nel corso dei secoli è stata identificata come uno degli elisir di lunga vita.

Le foglie di questa pianta infatti contengono numerosi elementi preziosi per la salute e la bellezza: acidi triterpenici, olii essenziali, flavonoidi, fitosteroli, tannini e sali minerali, ma soprattutto saponine triterpeniche.

Centella asiatica: a cosa serve

Il maggior beneficio della Centella asiatica riguarda il trattamento di insufficienza venosa, in particolare degli arti inferiori (vene varicose e varici): questa pianta infatti protegge la struttura dei vasi e quindi combatte la sensazione di appesantimento delle gambe.  E’ utile in particolare per le persone che stanno molto in piedi o - al contrario molto a sedere - e per le persone che hanno dovuto fronteggiare ad un forte calo di peso corporeo che notoriamente lascia la pelle un po’ afflosciata e affetta da cellulite con visibile effetto a buccia di arancia.

Diversi studi hanno dimostrato che sono diversi i benefici per la pelle:

  • - trattamento di disturbi dermatologici
  • - trattamento e cura di ferite e abrasioni (stimolando la produzione di collagene infatti favorisce il processo di cicatrizzazione);
  • - anticellulite naturale;
  • - rassodamento della pelle, in particolare quella delle gambe;

E’ in questi due ambiti che la Centella trova uso maggiore. Ma non solo.
Si trova inoltre come ingrediente in molte tisane relax per via dell’effetto sedativo e calmante. Sempre per via di questo ultimo effetto, può trovare applicazione per combattere problemi di insonnia o anche i crampi notturni e le convulsioni di natura epilettica.

Controindicazioni e interazioni con altri farmaci

Diversi studi recenti si sono focalizzati anche sulle possibili interazioni della Centella asiatica con altri farmaci. In linea di massima infatti non sono state riscontrate particolari controindicazioni, se non casi di cefalea per un uso prolungato. Se ne sconsiglia l’uso in gravidanza (perché potrebbe causare il rilascio della muscolatura uterina) e durante l’allattamento. Meritano invece di essere approfondite le possibili interazioni con i farmaci. In particolare non deve assumere Centella asiatica, soprattutto per via orale, chi prende antidepressivi (proprio perché, come visto sopra, questa pianta già di per sé ha un effetto tranquillizzante).

La Centella asiatica inoltre può avere effetto iperglicemizzante: visto l’alto contenuto di zucchero se ne sconsiglia l’uso a pazienti diabetici.

Non ci sono, al di fuori di quanto visto sopra, studi che appurano in maniera scientifica interazioni certe tra la CA e altri farmaci. Tuttavia, per l’effetto sedativo, se ne sconsiglia l’assunzione a persone già in cura per ansia o disturbi del sonno e che quindi prendono farmaci calmanti o antidepressivi.

Il sovradosaggio può dare adito ad allergie, soprattutto in caso di uso topico. La dose giornaliera consigliata da non superare è di 600 mg di foglie secche in infusione.

Di norma la Centella si trova in commercio sotto forma di integratori di capsule o compresse che vanno assunte due volte al giorno (al mattino e la sera).

Esiste anche la tintura madre di Centella asiatica: l’uso è semplice, basta diluirne poche gocce in un po’ di acqua per fare in modo che  l’alcol in esse contenuto venga così diluito, risultando innocuo. In questo tipo di modalità sono sufficienti 30 gocce, tre volte al giorno prima dei pasti principali.

Un’alternativa è la tisana alla Centella: 1 cucchiaio raso di foglie in una tazza d’acqua calda lasciata in infusione per circa 10 minuti ha effetto calmante.
Infine, per quanto riguarda l’uso esterno dermo-cosmetico, esistono diversi tipi di creme e pomate a base di Centella per uso topico e localizzato.

A quale età fa bene?
Non esistono controindicazioni nell’uso terapeutico della Centella asiatica relative all’età del paziente. Gli effetti calmanti, di controllo dei livelli di adrenalina nel sangue, ne fanno un elemento per il trattamento naturopata dell’iperattività nei bambini.
In età adolescenziale e fertile o più in generale in età adulta viene usata per il trattamento di inestetismi della cellulite, nella cura di ferite o abrasioni o altri disturbi della pelle.

Tuttavia sono soprattutto i pazienti anziani, se non diabetici visto che si tratta di una pianta ricca di zuccheri, a trarre beneficio dalla cura naturale a base di CA. Questo non solo perché rafforza le pareti venose andando a contrastare pesantezza delle gambe e altri problemi legati all’avanzare dell’età, ma anche perché alcuni recenti studi ne hanno dimostrato l’efficacia come base di trattamenti anti degenerativi nei processi di demenza senile. In Oregon (Stati Uniti) uno studio pilota condotto presso il NCCAM (National Centre for Complementary and Alternative Medicine ) sta cercando di approfondire gli effetti della Centella Asiatica nel mantenimento della memoria in età senile. Nella terza età dunque la Centella ha effetto benefico sia a livello fisico che psicologico e per questo è conosciuta anche come erba della longevità. Questa pianta infatti si è dimostrata essere un ottimo stimolante naturale ma si sta cercando di calcolare dosaggio e modalità di somministrazione più opportuni.

Centella asiatica, rimedio naturale sicuro?
Il proliferare di studi sull’uso e i benefici della Centella Asiatica sta giustamente risvegliando l’interesse della comunità scientifica nei confronti di questa pianta che, se sfruttata in modo opportuno, può avere diversi risvolti interessanti in campo medico. Ma c’è un’altra faccia della medaglia da considerare: online diventa più facile trovare prodotti non controllati a base di CA ma di dubbia provenienza. Usare preparazioni di erbe, nel caso specifico a base di Centella Asiatica anche se questa regola vale sempre, realizzate in modo improprio o vendute attraverso canali non sicuri a prezzi evidentemente più bassi del mercato, può essere pericoloso ed è altamente sconsigliato. Alla luce di quanto approfondito in questa scheda panoramica, appare evidente (ma ripeterlo non è mai banale) quanto sia importante acquistare solo prodotti delle migliori marche e presso rivenditori qualificati e affidabili.





Erboristeria online

Rodiola.info è un sito di erboristeria, prodotti erboristici, informazioni salutistiche.

Rimedi naturali