Come depurare il fegato

Home >> Rimedi Naturali
21/11/14

L'alimentazione gioca un ruolo importante nella salute dell'organismo. Il primo bersaglio di alimenti grassi è il fegato. Vediamo come poterci depurare semplicemente sceglienti cibi più sani.

Quando il fegato non funziona bene, la colpa è quasi sempre dell’alimentazione, anzi della cattiva alimentazione. Mangiar bene aiuta infatti a prevenire problemi, mentre lasciarsi andare a sfizi e tentazioni può creare grossi guai. Per fortuna, a meno che non siano insorte patologie che necessitano di cure mediche, adottando un regime alimentare equilibrato si può riuscire a depurare il fegato e a disintossicare l’organismo in generale.

Tutto per depurare il fegato

Per il corretto funzionamento del fegato e per favorirne la disintossicazione, bisogna ricorrere ai cibi giusti: per cibi giusti si intendono quelli che aiutano a depurare, contrastando l’accumulo di grassi e tossine. Le verdure sono ovviamente in prima linea, insieme alla frutta. Poi ci sono i rimedi naturali, tutte quelle erbe che offrono un supporto al fegato per eliminare le tossine e funzionare nel modo giusto. E un cenno anche allo stile di vita è d’obbligo: dovete bere molta acqua, preferibilmente lontano dai pasti, ed evitare fritti, grassi e dolci, tutto quel che può appesantire la digestione e il fegato. Attenzione anche a minimizzare il consumo di sale e a svolgere dell’attività sportiva, o anche solo a camminare regolarmente. Dall’unione di tutte queste accortezze - alimentazione equilibrata e mirata, rimedi naturali e sport – deriva un valido aiuto per disintossicare il fegato.

Alimentazione: le verdure
Carciofo
. Tra le verdure, i carciofi sono i più utili per disintossicare il fegato, grazie alle sostanze che li compongono e che aiutano il fegato a mantenersi pulito e in salute. La cinarina presente nei carciofi ha infatti la capacità di depurare il fegato e di tenere sotto controllo l’accumulo del colesterolo di tipo cattivo. I carciofi possono essere consumati a tavola, come contorno o come condimento per la pasta, ma anche come infuso, se riuscite a sopportarne il sapore amaro

Broccoli e cavolfiore. Queste verdure favoriscono il transito intestinale e inoltre regalano un senso di sazietà molto utile in versione preventiva. Vale a dire che mangiare una bella porzione di broccoli (meglio se NON ripassati in padella con olio e peperoncino) aiuta a sentirsi pieni e a mantenere così un’alimentazione equilibrata.

Rucola. La rucola, conosciuta anche come rughetta, è di grande aiuto per disintossicare il fegato. Ha un sapore fresco e facilmente tollerabile (più dei broccoli e dei carciofi) e stimola la produzione degli enzimi che favoriscono la digestione.

Prezzemolo
. Al prezzemolo si riconosce la capacità di eliminare le tossine in eccesso e il vantaggio è che può essere utilizzato ampiamente in cucina, per condire moltissime pietanze. E non solo, perché si può mettere in infusione nell’acqua bollente e consumare subito dopo i pasti.

Barbabietola rossa. La barbabietola è particolarmente importante per disintossicare il fegato, grazie alla presenza della betaina e delle saponine, sostanze dalle grandi proprietà depurative. Le sue proprietà disintossicanti sono utili per il fegato e per il sangue, e in caso di problemi legati al consumo eccessivo di alcol, la barbabietola è assolutamente consigliata.

Verdure a foglia verde. In generale si può dire che un po’ tutte le verdure a foglia verde hanno la capacità di stimolare l’eliminazione delle tossine, per via della clorofilla che contengono le loro foglie. Di conseguenza, è importante inserirle a rotazione nel regime alimentare, soprattutto se si hanno problemi di funzionalità epatica.

La frutta
Mele. Una mela al giorno toglie il medico di torno ….. perché, tra le altre cose, depura il fegato.. Non importa la varietà: verdi, gialle o rosse, le mele vanno assolutamente inserite nell’alimentazione se l’obiettivo è disintossicare il fegato.

Limone. Il re degli agrumi è utile come disintossicante per il fegato e il merito è della vitamina C e degli antocianosidi, delle sostanze presenti nelle mele che creano una sorta di barriera a protezione del fegato, comportandosi di fatto come antiossidanti. Cercate di usarlo ogni volta che potete, anche per una spremuta concentrata.

Mirtilli. I mirtilli sono dei potenti antiossidanti che si rivelano utile per la manutenzione delle cellule di tutto il corpo, e il fegato non fa eccezione. Assumerne spesso, soprattutto se freschi, aiuta l’organismo a mantenersi sano e ad evitare la degenerazione cellulare.

Pompelmo. Come il limone, il pompelmo contiene vitamina C in gran quantità e si dimostra quindi utile nella battaglia per disintossicare il fegato. Oltre alla vitamina C, nel pompelmo sono presenti sostanze antiossidanti che incrementano la produzione degli enzimi importanti per la depurazione del fegato

Erbe officinali per disintossicare il fegato
Tra le erbe e i rimedi naturali utili per disintossicare il fegato, me citiamo 3 in particolare: tarassaco, boldo e cardo mariano.

Il tarassaco, o dente di leone, o soffione, è noto come diuretico e depurativo. Non a caso viene usato spesso come ausilio nelle diete e da chi si vuole sgonfiare un po’, eliminando liquidi e tossine. Al tarassaco si ascrivono inoltre proprietà disintossicanti, nella misura in cui agisce sul fegato stimolando la produzione della bile. Per sua natura, quindi, il tarassaco è utilissimo in caso di piccoli disturbi al fegato e di problemi di ritenzione idrica.
Modalità di assunzione del tarassaco: fresco sulle insalate o come tisana. Mettete in infusione nell’acqua bollente 2 cucchiai di foglie di tarassaco e lasciatelo raffreddare.

Il boldo è una pianta proveniente dal Cile che regola la funzionalità epatica e aiuta a contrastare e curare i calcoli alla cistifellea. Risulta inoltre utile anche per la digestione difficile e può essere assunto quindi anche per favorire il percorso digestivo.
Modalità di assunzione del boldo: preparate in infuso con le foglie del boldo (2-3 per tazza). Lasciatelo in infusione per 15/20 minuti e consumatelo freddo, possibilmente a digiuno. L’ideale è prepararlo appena vi svegliate in modo da berlo prima di fare colazione, a stomaco vuoto. In alternativa, assumetelo dopo i pasti, sia a pranzo che a cena.

Il cardo mariano aiuta a eliminare le tossine dal fegato e a regolare la produzione della bile. Tra le erbe a supporto della funzionalità epatica è la più efficace, addirittura nella Bibbia viene citata come protettrice del fegato ed è stata a lungo coltivata e utilizzata in tale veste nei monasteri. Il cardo mariano è inoltre di supporto per l’intero organismo, grazie alle vitamine che svolgono un’azione antiossidante.
Modalità di assunzione del cardo mariano: le compresse sono il modo migliore di assumere il cardo mariano per disintossicare il fegato, e per il dosaggio si consiglia di fare riferimento al medico o all’erborista, per individuare la quantità adatta alle proprie esigenze.

Articoli correlati
Rimedi naturali
Curcuma: proprietà e controindicazioni
Le mille proprietà della curcuma apportano benefici alla salute con poche controindicazioni.

Proprietà della boswellia serrata
Tutte le proprietà, le controindicazioni e i benefici della boswellia serrata, una pianta utile contro l'artrite reumatoide e infiammazioni.

Diabete, rimedi naturali
Il diabete é un problema che riguarda molte persone. Oltre alla medicina ufficiale è possibile impiegare alcuni rimedi naturali efficaci.

Mille proprietà della Centella
La centella asiatica è un erba officinale con molte proprietà. Vediamo quali sono le principali.

Glucomannano fa dimagrire
Cerchiamo di scoprire le proprietà e le controindicazioni del Glucomannano, la fibra che fa dimagrire.

Smagliature: ecco come eliminarle
Le "cicatrici" della pelle! Scopriamo cosa sono e come eliminarle .

Olio essenziale di tea tree oil
Tea tree oil: Vediamo nel dettaglio le proprietà e a cosa serve questo olio essenziale.

Melaleuca Alternifolia: olio essenziale
La Melaleuca alternifolia è una pianta australiana ricca di prorietà dalla quale si estrae l'olio essenziale noto con il nome di Tea tree oil .

Proprietà della griffonia
Nel caso di gambe stanche, gonfie o pesanti esistono molti rimedi naturali che possono davvero aiutarti. Scoprili adesso.

Burro di Karitè puro
Le proprietà del burro di karitè lo rendono unico per la bellezza della pelle del viso senza controindicazioni.

Proprietà della spirulina
E' una microalga alimentare impiegata da secoli. Ha mille proprietà benefiche ed ha poche controindicazioni.

Antiinfiammatori naturali
Erbe officinali e sostanze naturali contro i dolori articolari

Olio di Argan
L'oro dei berberi per la bellezza della pelle e dei capelli

Rosa mosqueta
Olio ricco di proprietà benefiche per la pelle, favorisce la rigenerazione cutanea

Olio di Borragine
La borragine è una pianta dai cui fiori a forma si estrae un importante olio ricco di proprietà. Vediamole.