Dimagrire con la frutta

Contiene tantissime vitamine, minerali e sostanze antiossidanti che ci tengono sempre giovani e in salute. Se poi stai cercando di dimagrire, niente di meglio: contiene pochissime calorie, potrai mangiarne finche vuoi.


Postato il: 06/12/2012


Forse non sapete che per dimagrire non sono sempre necessari sforzi e sacrifici. Talvolta è sufficiente modificare i propri comportamenti. Anche quelli alimentari. Ad esempio la frutta e la verdura sono alimenti nutrienti, ricchi di vitamine e facilmente digeribili amici della linea e che contribuiscono a mantenerci in salute. Allora perchè non provare?

Sulla vetta della piramide alimentare, tra gli alimenti più nobili, che apportano benessere e salute a tutti, ci sono frutta e verdura. Studi  scientifici accurati hanno stabilito che se ne dovrebbero consumare 5 porzioni al giorno. La frutta è una miniera di vitamine, sali minerali, nutrienti, indispensabili al nostro benessere quotidiano.

La frutta aiuta a dimagrire e mantiene giovani

La frutta mese per mese
Facciamo un gioco. Vediamo se sapete in quale mese maturano le melagrane o le fragole o i mirtilli o altri frutti della nostra straordinaria Italia. Purtroppo l'abitudine di far la spesa al supermercato, dove c'è sempre tutto, ci ha fatto perdere la conoscenza della stagionalità dei frutti. Prendiamo in considerazione alcuni frutti e riscopriamola  insieme mese per mese.

Gennaio :  Alchechengi, Arance, Mandarini, Mele, Pere, Pompelmi.
Febbraio :  Arance, Mandarini, Mele, Pere, Pompelmi.
Marzo :  Alchechengi, Arance, Mandarini, Mele, Pere, Pompelmi.
Aprile :  Arance, Fragole, Mandarini, Mele, Pere.
Maggio :  Arance sanguinelle, Ciliegie, Fragole, Limoni, Nespole.
Giugno :  Albicocche, Angurie, Ciliegie, Fragole, Limoni, Meloni, Nespole, Pesche, Prugne.
Luglio :  Albicocche, Angurie, Ciliegie, fragole, Limoni, Meloni, Nespole, Pesche, Pere, Prugne.
Agosto :  Albicocche, Angurie, Fichi, Fragoline di bosco, Gelsomore, Lamponi, Meloni, Mirtilli, More, Nespole, Noci, Pesche, Pere, Prugne.
Settembre :  Angurie, Melagrane, Meloni, noci, Pere, Pesche.
Ottobre :  Cachi, Mandorle, melagrane, Mele, Nocciole, Noci, Pere, Uva.
Novembre :  Cachi, Castagne, Mandarini, Mandorle, Melagrane, Mele, Nocciole, Noci, Pere, Uva.
Dicembre : Alchechengi, Arance, Cachi, Mandarini, mandorle, Melagrane, Mele, Nocciole, Noci, Pere.

Conoscere la stagionalità della frutta è importante per privilegiare frutti a Km zero, magari andando ad acquistarli dal contadino di fiducia,  in modo da essere sicuri che siano maturati al sole, sulla propria pianta madre. Inoltre è la frutta di stagione che ci garantisce i migliori nutrienti per sopportare i mali di... stagione.

dimagrire con la frutta

Condividi questa infografica sul tuo blog. Copia la sorgente di seguito ed inseriscila nelle tue pagine:


Frutta e verdura aiutano a dimagrire
La frutta, mangiata anche in quantità, generalmente apporta un bassissimo quantitativo di calorie (con delle eccezioni) , pertanto può essere impiegata, ad esempio, per spuntini fuori pasto o per colmare quel senso di fame che spesso affligge molti di noi. La fame nervosa pare infatti sia molto diffusa, combattetela con la frutta. Niente vieta però di pasteggiare a frutta. Sarebbe comunque opportuno non sostituire tutto il pasto con la frutta in quanto il nostro organismo necessita di molti elementi che vanno opportunamente individuati.

A tal proposito, vediamo in dettaglio come la frutta ci aiuta e cosa contiene:

Albicocche :  astringenti, combattono l'anemia e potenziano le difese immunitarie.

Fragole :  diuretiche, rimineralizzanti, ipotensive, depurative ( le possono consumare anche i diabetici ).

Agrumi :  rimineralizzanti, antiossidanti, rafforzano le difese immunitarie.

Ciliegie :  depurative, rimineralizzanti, lassative, aiutano a combattere i reumatismi e a calmare i nervi.

Mirtilli :  utili nelle diarree infantili, migliorano la vista al buio, utili per  la microcircolazione.

Fichi  :  lassativi, nutritivi.

Kiwi  : ricchi di vitamina C.

Mele :  digestive, lassative, antisettiche intestinali, depurative, stimolanti del fegato.

Pere :  depurative, rimineralizzanti, sedative.

Pesche :  digestive, energetiche, lievemente lassative.

Lamponi  :  tonici, depurativi, vitaminici, rinfrescanti ( anche per diabetici).

Prugne :  lassative, disintossicanti.

Uva :  digeribile, energetica, disintossicante, rimineralizzante.

Più generalmente possiamo dire che la frutta:

- Migliora la funzionalità intestinale
La frutta  è ricca di fibre, indispensabili per un ottimale funzionamento dell'intestino. Attraverso l'azione delle fibre l'intestino lavora bene, eliminando più facilmente il suo contenuto,  e si può contare su una puntualità quotidiana. Si eliminano così, naturalmente, tossine dannose per l'organismo e si evitano problemi di gonfiore addominale, cattiva digestione, meteorismo.

- E' un valido aiuto nelle diete per il controllo del peso
La frutta,  salvo alcune eccezioni, è  poco calorica. Questo permette di mangiarla più volte al giorno, colmando la sensazione di fame senza pesare sull'apporto calorico quotidiano. Uno spuntino con una mela o una banana, apporta assai meno calorie rispetto ad una schiacciata  (magari anche bella farcita) o ad un prodotto dolciario, che ci donano tante calorie vuote e grassi che vengono stoccati e sono poi difficili da eliminare.

- Ci aiuta a mantenerci in buona salute
La frutta è straricca di vitamine e antiossidanti, indispensabili combattere lo stress ossidativo causato nel nostro organismo dai radicali liberi, i prodotti di scarto dei vari processi metabolici. I radicali liberi sono responsabili di un invecchiamento precoce della pelle, della formazione di macchie, dell'imbianchimento anzitempo della nostra capigliatura. Essi sono capaci di alterare il DNA, determinando un'accelerazione dei processi d'invecchiamento,  una riduzione delle difese immunitarie, aumentando la possibilità di andare incontro a patologie cardiovascolari, artrite reumatoide, tumori o malattie degenerative quali Alzheimer e Parkinson. La capacità di assorbimento dei radicali liberi da parte dei vari frutti si misura con l' ORAC. Consumare 5 porzioni al giorno di frutta ( e verdura) è indispensabile per coprire il fabbisogno giornaliero di 5000 ORAC.

- Tanta frutta, poco colesterolo
Il colesterolo è una sostanza utile per il nostro organismo. Tuttavia un eccesso di questa sostanza ne determina un malfunzionamento, tutto a carico del nostro cuore. L’introduzione di una dieta ricca di frutta e verdura diminuisce il rischio colesterolo dal momento che questo introdotto anche con la dieta attraverso grassi animali.

I colori della frutta: possiamo capire le proprietà di un frutto già solo osservando il suo colore.

La frutta ROSSA contiene prevalentemente antociani e licopene.
La frutta GIALLO-ARANCIO è ricca di carotenoidi e flavonoidi.
La frutta VERDE contiene clorofilla e carotenoidi.
La frutta BLU-VIOLA è la più ricca di nutrienti. Abbiamo antociani, carotenoidi, betacarotene, resveratrolo.
La frutta BIANCA contiene quercetina.

I frutti di bosco sono ricchi anche di acido ellagico, un antiossidante eccezionale. La frutta secca deve essere consumata con moderazione  ma è ricca di rame,  potassio, vitamina E.

L'importanza di scegliere biologico
Secondo numerosi studi italiani e stranieri la frutta proveniente da agricoltura biologica sarebbe più ricca di ferro, magnesio, zinco, flavonoidi,  micronutrienti antiossidanti come fenoli e acido salicilico, e, allo  stesso tempo, non è contaminata da pesticidi, erbicidi, acaricidi, ecc. Nel 2006 la Commissione Europea ha affermato che l'esposizione nel lungo periodo ai pesticidi può provocare gravi disturbi al sistema immunitario, disordini dell'apparato riproduttivo, tumori, sterilità, danni al Sistema Nervoso Centrale, danni genetici. Sembra che una mela venga solitamente trattata per 16 volte con 30 diversi pesticidi durante la sua maturazione.

Gli estremisti della frutta? I fruttariani.
C'è anche chi sceglie di vivere nutrendosi di sola frutta. Certo è una scelta estrema ma possibile, spinta non solo dalla ricerca del benessere ma dal profondo rispetto e amore per tutte le forme di vita. E' un “veganismo” spinto ai massimi livelli. I fruttariani si nutrono di frutta biologica, donata dalla pianta, di frutti oleosi, come noci, nocciole, semi di sesamo o di girasole, ecc.,di cereali,di legumi e di alghe. Anche diversi vegetali rientrano nella loro dieta.  Secondo i fruttariani noi uomini siamo nati, rifacendosi agli albori della civiltà, crudisti e fruttariani. Il nostro organismo non sarebbe adatto per alimentarsi con altri alimenti, e neanche i nostri denti.  Secondo tanti medici che hanno fatto questa scelta assumere solo frutta, ortaggi e legumi, stimola  molto di più la digestione, tiene pulito l'intestino e crea un ambiente basico, indispensabile per un ottimo stato di salute.
E introduce nell’organismo meno calorie dotandoci di sostanze ben digeribili ed utili anche per mantenere il proprio peso corporeo. Se state pensando di dimagrire, quindi, datevi alla frutta.