Home >> Erbe officinali

Escolzia. Tutte le proprietà di un ansiolitico naturale

Ecco come le proprietà dell'escolzia ti aiuteranno a dormire

17/11/16 |
escolzia californica proprietà L'escolzia della California è una pianta officinale che vanta proprietà calmanti che derivano dalla presenza di un nutrito gruppo di flavonoidi (quercetina, carotenoidi e fitosteroli) a cui è dovuta l’azione sedativa della pianta. Non a caso viene usata anche come blando tranquillante, perché favorisce la produzione di melatonina, l’ormone che regola il ciclo del sonno e della veglia dell’organismo.
Articoli correlati



L’escolzia è considerata un vero e proprio ansiolitico naturale e vanta anche proprietà analgesiche sul resto del corpo grazie alla sua capacità di distendere i muscoli. Con le sue proprietà antispasmodiche agisce infatti sull’intestino, per cui si dimostra utile contro i crampi addominali, i disturbi intestinali e i problemi digestivi (in particolare elimina il meteorismo ed è antidolorifica). Anche perché oltre a calmare è anche disinfettante e antisettica. E’ il suoi fitocomplesso a renderla calmante, antispasmodica e rilassante, per il sistema nervoso, il cuore e l’intestino.


Escolzia e sonno. L’escolzia è utile per i disturbi del sonno e per l’insonnia di lungo corso, dato che agevola la fase dell’addormentamento ma senza gli effetti collaterali dei sonniferi, che causano torpore. Assumere l’escolzia prima di dormire significa infatti addormentarsi e riposare bene senza risvegliarsi storditi, il che risulta particolarmente utile per le persone che soffrono di disturbi del sonno ricorrenti e possono quindi usare un rimedio naturale privo di effetti collaterali.

L’escolzia favorisce il rilassamento delle cellule cerebrali e dei muscoli, aiutando a scivolare dolcemente nel sonno, e dal momento che riduce la frequenza dei risvegli durante la notte è anche adatta a migliorare semplicemente la qualità del sonno. L’ansia può ripercuotersi infatti sul modo in cui si dorme; non basta addormentarsi, a volte ci si risveglia stanchi, senza l’impressione di aver riposato bene, perché non si riesce ad abbandonarsi e ad allontanare le tensioni della vita quotidiana. Allo stesso modo con un trattamento costante a base di escolzia si può arrivare a risolvere l’insonnia di lungo corso.

Escolzia e stati nervosi. L’escolzia è un valido calmante perché normalizza l’attività dell’epifisi e la produzione della melatonina, di conseguenza è un importante aiuto per ridurre l’agitazione, sia di giorno che di notte. Attiva contro l’emicrania da tensione o emotiva, l’escolzia aiuta a ritrovare la serenità e a calmare gli stati emozionali estremi, anche quando si è sovra-eccitati e non si riesce a tranquillizzarsi. A volte la tensione si ripercuote infatti sul corpo, portando i muscoli a diventare rigidi, soprattutto sul collo, e assumendo alcune gocce di questo efficace rimedio naturale i muscoli si rilassano e il corpo in generale riesce a distendersi. I dolori che partono dalla testa e si accumulano nel corpo vengono così allontanati, con beneficio per la salute complessiva dell’organismo.
Per lo stesso motivo l’escolzia è utilissima anche per sedare gli stati ansiosi leggeri, quelli legati a situazioni particolari e transitorie che non richiedono cure invasive: ansia cronica e disturbi psicosomatici compresi.

Consiglio. Si può usare questo rimedio naturale anche contro la tosse, in particolare quella secca e stizzosa che dura a lungo e non lascia tregua. Con le gocce di escolzia la tosse infatti si calma insieme agli spasmi e ai dolori muscolari connessi, che insorgono soprattutto durante gli ‘attacchi’ notturni.

Modalità di assunzione. Tintura madre: 30-40 gocce diluite in acqua la sera, almeno trenta minuti di prima di andare a letto. Questo è il dosaggio più adatto per l’insonnia o i disturbi gravi del sonno; in questi casi è opportuno rivolgersi allo specialista per stabilire la dose necessaria di gocce in base al problema e all’anamnesi del soggetto. Se invece si assume l’escolzia come tranquillante contro ansia e agitazione, le gocce vanno prese durante il giorno in due o tre volte. In generale non si devono superare le 150 gocce al giorno e per assorbirle al meglio si consiglia di tenerle sotto la lingua per qualche istante prima di deglutire.

Controindicazioni. L’escolzia può causare allergia. Non è adatta per chi assume farmaci per il sistema nervoso centrale, antidepressivi, ansiolitici, barbiturici o sonniferi, perché potrebbe amplificare il loro effetto. Prima di assumerla per lunghi periodi e a dosaggio elevato, è meglio fare una prova di qualche giorno, al massimo una settimana, per escludere il rischio di reazioni allergiche o effetti collaterali.





Erboristeria online

Rodiola.info è un sito di erboristeria, prodotti erboristici, informazioni salutistiche.

Rimedi naturali