Home >> Rimedi Naturali

Oli vegetali per capelli

I tuoi capelli saranno più luminosi e belli con olio di mandorle dolci, ricino, cocco e argan.

23/07/2013 |
oli per capelli I capelli sono messi a dura prova da stress, smog, trattamenti vari, piscina, mare e sole? Ecco come curarli con prodotti naturali! I capelli sono strutture filiformi annesse alla pelle che crescono sulla cute del cranio umano. Già nel quarto mese di vita fetale, i capelli si presentano sotto forma di una soffice peluria chiamata “lanugine” che solitamente scompare nel corso del nono mese. Dopo la nascita e fino alla pubertà queste estremità pilifere definite “peli terminali” diventano sempre più spesse, lunghe e frequentemente pigmentate e ricoprono l'intero cuoio capelluto crescendo ad una velocità di 1 cm al mese, valore che chiaramente può variare da un individuo all'altro.
Articoli correlati


I Capelli e gli oli

I capelli sono costituiti essenzialmente da una proteina solida come la cheratina per il 65- 95 % , da melanina che conferisce il colore al capello e da acqua, lipidi e oligoelementi come zinco, magnesio e rame che partecipano alla formazione della melanina stessa.

Ogni capello solitamente è inserito in una minuscola infossatura dell'epidermide chiamata follicolo pilifero ed è costituito da una parte visibile ed esterna al follicolo chiamata fusto del capello e da una parte non visibile interna al follicolo inserita nel derma.

Quest'ultima a sua volta è suddivisa in 3 porzioni. Avremo, quindi, un segmento più profondo dove si trovano bulbo e radice del capello che gli conferiscono nutrimento e ne garantiscono la crescita, mentre appena sopra ritroviamo istmo e infudimbolo che contengono ghiandole sebacee e sudoripare nonché il muscolo erettore del capello che si genera da bulbo pilifero stesso.

In particolare un singolo capello in sezione è composto da 3 zone concentriche; quella più interna definita midollare (nucleo spugnoso) costituita da cellule vive e responsabili della crescita del capello, quella intermedia chiamata corticale (strato di fibre lunghe e sottili) che conferisce volume al capello ed infine quella più esterna la cuticola formata da vari strati di cellule poste l'una sull'altra come tegole di tetti!

I capelli sono soggetti a cicli di crescita caratterizzati da tappe distinte che interessano l'attività proliferativa del follicolo. Un ciclo di crescita del capello è costituito da 3 fasi: la fase anagen (o di crescita) in cui i capelli crescono di 0,3- 0,4 mm al giorno in un intervallo di tempo che va dai 2 ai 7 anni e che varia per fattori ereditari e sessuali, la fase catagen (di involuzione) durante la quale la crescita dei capelli si interrompe per 2-3 settimane ed infine la fase telogen all'interno della quale il vecchio capello è legato al follicolo attraverso legami intercellulari deboli che consentono a questo di cadere e di cedere il posto al capello nuovo che sta crescendo (questa fase dura in media 3 mesi).



Problemi dei capelli
Numerose ricerche dimostrano che lo studio del ciclo vitale del capello è molto importante per definire lo stato di salute dei nostri capelli. Spesso fenomeni come stress, squilibri ormonali o metabolici, patologie severe o meno, trattamenti estetici frequenti, carenze vitaminiche e malnutrizione possono interferire con questo ciclo alterandolo in una delle sue fasi. Le alterazioni dei capelli possono essere puramente estetiche se parliamo di capelli fragili che si spezzano facilmente o si biforcano all'estremità, di capelli grassi legati ad un'eccessiva produzione di sebo o di capelli sfibrati perchè sottoposti a frequenti lavaggi e trattamenti.

Ma esistono anche alterazioni dei capello che possono costituire il segno di disturbi più seri come l'alopecia androgenetica che è la principale causa di diradamento progressivo del cuoio capelluto. Pur non essendo una vera e propria malattia, l'alopecia androgenetica viene spesso vissuta come un fastidioso disagio che colpisce circa l'80% della popolazione maschile ed il 50% di quella femminile con ripercussioni negative sul piano sociale e psicologico dell'individuo.

Questo disturbo interessa soprattutto gli uomini perchè la sua eziologia è legata ad una presenza eccessiva di ormoni androgeni (tipicamente maschili) come il diidrosterone, un ormone che si forma anche a livello dei follicoli piliferi grazie ad una reazione enzimatica a partire dal suo precursore “il testosterone”.

Studi sottolineano come gli effetti del diidrosterone siano alla base del processo che rende i capelli sempre più corti e sottili fino a non riuscire a coprire più adeguatamente il cuoio capelluto. Pare che tutto questo sia collegato ad una riduzione progressiva della “fase anagen” del ciclo di crescita del capello a favore di un aumento della “fase catagen e telogen”.

I capelli così perdono vigore, si assottigliano, tendono a spezzarsi ed iniziano a cadere in corrispondenza delle zone frontali e superiori del cuoi capelluto.

Cosa fare in questi casi per avere capelli sani, forti e belli? Prendiamocene cura con prodotti naturali!
Numerosi studi sottolineano che, per evitare alterazioni dei capelli, è consigliabile prendersi cura di questi evitando stress termici, meccanici e atmosferici, nutrirli seguendo una corretta alimentazione ed infine detergerli e proteggerli accuratamente con prodotti che siano naturali e delicati per la cute. La dieta ideale, per nutrire i capelli e renderli sani e robusti, comprende prima di tutto l'assunzione di proteine e amminoacidi contenuti in carne, pesce, uova e cereali integrali; fondamentale è il contributo di lisina e cistina amminoacidi essenziali per la sintesi di cheratina, una proteina ricca di amminoacidi solforati che costituisce il capello e lo rinforza.

Importanti sono anche altri 2 amminoacidi come taurina e arginina che contribuiscono ad alimentare il bulbo pilifero e quindi al nutrimento degli stessi capelli. Un'alimentazione attenta ai capelli non può trascurare l'utilità di vitamine come la vitamina A, B2, B4, B5, C, D ed E, che contenute in pesce, uova, verdure,frutta, cereali, pomodori, carne e latticini, contrastano i radicali liberi responsabili anche della caduta dei capelli, favoriscono la secrezione di sebo e il ricambio cellulare, migliorano l'attività dei follicoli piliferi e accelerano la ricrescita della chioma.

Ed infine necessaria per la salute dei capelli è anche l'assunzione di oligoelementi come ferro, magnesio, rame, zinco e zolfo che, presenti in una dieta bilanciata, favoriscono la crescita dei capelli, il loro nutrimento e la protezione del cuoio capelluto. Tuttavia seguire uno stile alimentare equilibrato non basta!

Per avere capelli sani, è fondamentale utilizzare anche prodotti naturali che ci aiutino a nutrire e proteggere il capello al meglio evitando che questo possa danneggiarsi o alterarsi nel suo ciclo di crescita. Tra i rimedi naturali fitoterapici facilmente reperibili in erboristeria e ottimi per la cura dei capelli ritroviamo: l'olio di cocco, l'olio di ricino, l'olio di mandorle dolci e l'olio di argan.


Olio di cocco
E' un olio vegetale estratto per pressione a freddo dalla polpa essiccata ricavata dalla noce della palma di cocco. Si presenta liquido a 24°C mentre solidifica a 15-20°C presentandosi come un burro. E' piuttosto ricco di acidi grassi saturi (come l'acido laurico, oleico, palmitico, stearico, ecc ) mentre presenta una percentuale minore di acidi grassi insaturi che insieme ad altri principi attivi nonché trigliceridi e glicidi che gli conferiscono proprietà elasticizzanti e nutrienti per la salute dei capelli.     Viene ampiamente utilizzato sotto forma di creme e spray solari per proteggere il capello dai raggi UVA e UVB oppure adoperato dopo l'esposizione solare svolge un'ottima azione nutriente e restitutiva che dona bellezza e splendore a capelli secchi e disidratati.                           

Può essere usato come balsamo, infatti applicato in piccole quantità e lasciato riposare per una notte e poi risciacquato dona volume alla chioma, nutre e lucida lo stelo risaltandone lo splendore.

Per chi ha problemi di forfora basta massaggiarne alcune gocce sulla cute del cuoio capelluto prima di lavare i capelli.                                      Inoltre utilizzato sotto forma di impacco prima dello shampoo, ritarda l'incanutimento e quindi la comparsa di capelli bianchi, mentre adoperato in piccole quantità su capelli asciutti li lucida e ne previene le doppie punte nutrendoli in profondità.


Olio di ricino
E' un olio vegetale ricavato dai semi della pianta di “Ricinus Communis” per spremitura a freddo; è composto per il 90% da un acido grasso insaturo ossia l'acido ricinoleico ma contiene anche acido palmitico, stearico, linoleico e linolenico. Viene spesso utilizzato per impacchi nutrienti e rinforzanti in caso di capelli secchi, fragili e sfibrati in quanto quest'olio ha una particolare affinità con la cheratina, la sostanza di natura proteica che costituisce i capelli; infatti esso si lega facilmente a questa costituendo un ottimo idratante, nutriente, emolliente e ristrutturante per i nostri capelli. Bastano degli impacchi tiepidi di quest'olio 3-4 volte al mese per riequilibrare ed ammorbidire capelli spezzati e disidratati, mentre sono sufficienti 1-2 impacchi al mese in caso di capelli normali ma danneggiati e con doppie punte.
In particolare utilizzato dopo trattamenti aggressivi (come permanenti, decolorazioni, ecc) è in grado di nutrire le ghiandole sebacee presenti nel cuoio capelluto, normalizzando la secrezione e rendendo la capigliatura più vigorosa. Oggi nell'industria cosmetica sono disponibili anche shampoo a base di olio di ricino che non producono schiuma e sono facili da risciacquare. Ottimi come base lavante per affinità, sono in grado di rimuovere lo sporco e il grasso naturale dei capelli presente in eccesso, donando a questi nutrimento ed idratazione nonché effetti vantaggiosi per i bulbi piliferi e per tutta la capigliatura.


Olio di mandorle dolci
E' un olio vegetale ottenuto dalla spremitura a freddo dei semi della pianta “Prunus Dulcis”. Possiede un'elevata percentuale di acidi grassi insaturi e polinsaturi che gli conferiscono proprietà emollienti, addolcenti e nutrienti per i capelli; inoltre la presenza di vitamine B ed E, di amminoacidi, glucidi e sali minerali lo rendono un ottimo prodotto cosmetico per la cura dei capelli.  E' molto utilizzato per la sua attività nutriente in caso di capelli molto secchi, crespi e sfibrati dal sole o dalla salsedine; per questo motivo risulta molto utile sui capelli asciutti prima dello shampoo da tenere in posa per 20 minuti per restituire morbidezza all'intera chioma danneggiata. Usato in spiaggia (sotto forma di gel) protegge i capelli dall'azione inaridente e disidratante del sole e della salsedine e massaggiato prima dello shampoo abituale apporta lucentezza e soavità a capelli bruciati, fragili e squamosi.

Olio di argan
E' un olio vegetale ottenuto dalla spremitura a freddo dei frutti della pianta di Argan. Si assorbe facilmente senza ungere ed è costituito da importanti principi nutritivi come gli omega 3 e la vitamina E con spiccate proprietà antiossidanti. Quest'olio contiene più del 80% di acidi grassi insaturi e meno del 20% di acidi grassi saturi ed è ricco di tocoferoli, flavonoidi, carotenoidi, steroli e triterpeni che gli conferiscono azione nutritiva e protettiva per la cute del cuoio capelluto. Utilizzato ampiamente in cosmesi, ristruttura ed idrata capelli secchi, fragili, sfibrati e privi di lucentezza; ne bastano poche gocce per conferire luminosità, vigore e salute ad una capigliatura danneggiata da agenti esterni come sole, freddo e smog. In particolare l'acido linoleico, in esso contenuto, aumenta elasticità e vitalità dei capelli, fornisce una barriera protettiva per questi e ne impedisce notevolmente la rottura. Applicato giornalmente, anche puro, è un ottimo agente rigenerante per capelli fortemente danneggiati.



Erboristeria online

Rodiola.info è un sito di erboristeria, prodotti erboristici, informazioni salutistiche.

Rimedi naturali