Olio essenziale di tea tree oil - proprietà e a cosa serve

Home >> Erbe officinali
05/07/2014

Tea tree oil: Vediamo nel dettaglio le proprietà e a cosa serve questo olio essenziale

Nel precedente articolo "Proprietà della melaleuca" abbiamo visto in breve quelle che sono le tante proprietà di questo olio essenziale. Adesso scendiamo nel dettaglio, scoprendo tutti gli usi e le proprietà dell'olio essenziale ormai più impiegato e famoso al mondo: il tea tree oil.

L’olio essenziale é generalmente molto ricco di sostanze volatili e, nel caso del tea tree oil, é composto perlopiù da monoterpeni e sesquiterpeni variabili a seconda delle condizioni e della provenienza delle piante.
Le principali attività di questo olio essenziale sono perlopiù di tipo antibiotico, antibatteriche, antivirali, antimicotiche e antiinfiammatorie.
Queste caratteristiche sono state dimostrate sperimentalmente già negli anni ’20 del secolo scorso grazie alle pubblicazioni di Penfold, che testò quest’olio essenziale ed i suoi singoli componenti attivi, in comparazione con il fenolo (antisettico di riferimento all’epoca) (7,8), registrando un efficacia da parte del tea tree oil anche di più di dieci volte maggiore rispetea tree oil al riferimento.

Un ottimo prodotto è Tea tree oil 20ml che abbiamo in listino.

Ecco le proprietà del tea tree oil

Le proprietà del tea tree oil sono state dimostrate sperimentalmente già negli anni ’20 del secolo scorso grazie alle pubblicazioni di Penfold, che testò quest’olio essenziale ed i suoi singoli componenti attivi, in comparazione con il fenolo (antisettico di riferimento all’epoca) (7,8), registrando un efficacia da parte del tea tree oil anche di più di dieci volte maggiore rispetto al riferimento.

Dopo l’oblìo subito nel dopoguerra a causa dell’affermarsi degli antibiotici di sintesi, a partire dagli anni ’70 l’olio di melaleuca ha risvegliato l’interesse scientifico per queste sue specifiche proprietà, e nel corso degli ultimi vent’anni molteplici sono stati a tal proposito gli studi che hanno evidenziato seppur con valori differenti (dovuti principalmente alle condizioni sperimentali ed alla variabilità di composizione degli oli testati) la forte capacità battericida verso un gran numero di specie batteriche.

Non staremo qui ad elencare la varietà di microrganismi contro i quali ha dimostrato sperimentalmente la sua efficacia il tea tree oil ma possiamo cominciare con il dire che la maggior parte dei batteria si è mostrata sensibile a concentrazioni già del 1% di questa sostanza e per concentrazioni di poco più elevate (circa il 2%) anche i normali stafilococchi epidermici, i micrococchi, gli Enterococchi e la Pseudomonas, hanno registrato un arresto nella loro crescita in laboratorio (9,10).

Oggetto di ripetuti studi è stata anche la capacità di agire efficacemente contro alcuni stafilococchi resistenti al trattamento con meticillina (11,12,13) e mupirocina (14) due antibiotici di normale impiego, contro i quali ha sempre mostrato la sua attività a basse concentrazioni di utilizzo. E se tutto ciò non basta ancora per convincere i più restii sulle sue capacità antibatteriche, possiamo aggiungere che seppur non esistano ancora dati scientifici in merito, più di un report è invece stato stilato da associazioni di categorie che indicano come sia stato possibile ridurre la frequenza di infezioni ospedaliere tramite l’utilizzo di tea tree oil nebulizzato in tali ambienti (15). A supporto ulteriore esistono poi risultati delle sperimentazioni effettuate con l’utilizzo di tea tree oil vaporizzato, che hanno mostrato l’inibizione della crescita tra gli altri di Micobacterium avium (16) e di Hemophilus influenzae e Streptococcus pneumoniae (17).

Attività antimicotica
Anche per quanto riguarda le proprietà antimicotiche, numerosi sono i dati a supporto della sua efficacia. Anche se gran parte delle ricerche sono state effettuate sulla Candida Albicans (10, 18,19) ad oggi i dati a disposizione dimostrano che il tea tree oil è attivo anche contro una vasta serie di altri lieviti, dermatofiti e funghi filamentosi causa frequente di micosi e di altre affezioni umane (20,21), tra le quali dermatiti micotiche, micosi delle unghie e “piede d’atleta” , forfora. Studi tesi ad indagare sull’efficacia dei semplici vapori dell’olio di Melaleuca, hanno inoltre evidenziato che questi sono capaci sia di inibire la crescita micotica (22,23) che di interferire sulla sporulazione dei miceti.

Attività antivirale
Anche se la varietà di virus testati al momento risulta ancora abbastanza ridotto, anche contro questa classe di potenziali patogeni per l’uomo il tea tree oil può far valere le sue capacità inibenti. Accertata in un primo momento la sua efficacia in agricoltura sul virus del mosaico del tabacco (24), successivamente si pensò di testare in laboratorio l’attività dell’ tea tree oil e dell’olio di eucalipto contro l’ Herpes Simplex Virus (HSV) (25) . Ebbene sia per HSV di tipo 1 che per quello di tipo 2 la concentrazione sufficiente ad inibire la metà delle colonie era rispettivamente di appena lo 0.0009% e 0,0008 % ed ad una concentrazione quattro volte maggiore si registrava una riduzione molto vicina al 100% (25). Altri studi successivi hanno confermato questa spiccata capacità antivirale (26).

Attività antiinfiammatoria
Ben conosciuta soprattutto nella tradizione popolare, questa proprietà è stata più volte confermata anche sperimentalmente negli ultimi decenni. Prima di tutto il suo utilizzo in vitro, grazie alla presenza di 4 –terpinen-olo permette una diminuzione della produzione di interleuchine e prostaglandine (27) , nonché delle specie ossigeno reattive (28), che sono i principali mediatori del processo infiammatorio. In vivo la sperimentazione su animali prima (29,30), e quella sull’uomo successivamente (31,32, 33), hanno poi ampiamente mostrato la capacità dell’olio di Melaleuca di ridurre l’edema epidermico e gli arrossamenti dovuti a processi infiammatori. Nell’uomo questo pare sia possibile grazie alla capacità di modulare la vasodilatazione ed il riversamento plasmatico extravasale (34).

Attività antiprotozoica.
Seppur meno supportata da dati sperimentali, tale attività è altrettanto ben nota. In particolare l’utilizzo di tea tree oil si è mostrato capace di ridurre del 50 % la crescita di Leishmania major che provoca la Leishmaniosi umana, e del Tripanosoma brucei, agente scatenante la tripanosomiasi africana (meglio conosciuta come malattia del sonno) rispetto al controllo sperimentale (35). Altri studi hanno invece evidenziato che sperimentalmente a concentrazioni di appena 300 mg/ml tutte le cellule di Trichomonas vaginalis erano state uccise (36), a conferma di ciò che già empiricamente si sapeva da tempo (37).

Degno di nota infine è l’effetto sulle cellule di melanoma umano (per ora dimostrato solo in laboratorio) che trattate con tea tree oil e 4-terpinen-olo hanno mostrato un potenziale migratorio ed invasivo molto ridotto (38), grazie ad una forte interazione di questi con la membrana plasmatica, fatto che suggerirebbe come meccanismo d’azione una possibile interferenza con i meccanismi di sopravvivenza delle cellule tumorali e sulla farmaco resistenza espressa da alcune di esse (39).

Possiamo quindi brevemente schematizzare questo nutrito pacchetto di informazioni ricordando che il Tea Tree Oil può essere efficacemente utilizzato in questi casi:

Mal di gola ed  infezioni della gola

- Prima sintomatologia influenzale, rinite e sinusite.   

- Espettorante e decongestionante.   

- Cicatrizzante e risolutivo di piccole ferite.   

- Stomatiti e candidosi del cavo orale.

- Dermatiti, psoriasi, eczemi ed ustioni non gravi.

- Herpes, acne e risoluzione di piaghe infette.

- Micosi vaginali ed infezioni da Trichomonas.

- Micosi della cute e delle unghie.

- Forfora e dermatite seborroica del cuoio capelluto.

- Disinfezione delle mani e (nebulizzato) degli ambienti a rischio di trasmissione di infezione.

- Punture d’insetti, acaricida, e per debellare zecche e pulci dal nostro animale domestico.

Una parentesi a parte merita l’opinione diffusa che il Tea Tree Oil sia un prodotto ad elevato potenziale allergenico. Studi approfonditi effettuati negli ultimi anni hanno però smentito attraverso evidenze sperimentali questa opinione, dimostrando che in molteplici casi ciò che rende allergizzante il prodotto è la scarsa attenzione riposta nella sua conservazione. Tale mancanza di cura può infatti dar luogo alla formazione di prodotti d’ossidazione che scateneranno poi i fenomeni allergici (40,41); ed in particolare l’ascaridolo agente scatenante delle dermatiti da contatto registrate in gran parte dei soggetti allergici (40, 42). Gran parte delle reazioni avverse registrate da questo prodotto, che per decenni è stato utilizzato in maniera sicura da milioni di individui nell’emisfero australe, possono essere evitate riducendone l’esposizione alla luce ed all’aria. A tal proposito le confezioni dovrebbero essere sempre effettuate dalle ditte fornitrici in bottiglie scure e con tappo ermetico, e durante l’utilizzo bisognerebbe non lasciare mai i flaconi aperti e prestare attenzione a riporli in luoghi non esposti alla luce.

Per concludere, leggenda vuole che date le sue spiccate proprietà antibatteriche ed antimicotiche il Tea Tree Oil è stato un “valido alleato” delle truppe australiane e neozelandesi nel corso della Seconda Guerra Mondiale. Questo infatti è stato frequentemente utilizzato anche come olio lubrificante nelle fabbriche di macchinari bellici e munizioni (abbassando notevolmente la percentuale di infezioni da taglio ed abrasione nei processi produttivi); inoltre dato l’ampio spettro di efficacia, questo era sempre presente nei kit medici di primo soccorso in dotazione ai medici militari ed alle truppe di stanza neozelandesi, tanto che per accrescerne la produzione gli addetti alla raccolta della Melaleuca per un certo periodo vennero esentati dal servizio militare.

Bibliografia

7. Penfold, A. R., and R. Grant. 1925. The germicidal values of some Australian essential oils and their pure constituents, together with those for some essential oil isolates, and synthetics. Part III. J. R. Soc. New South Wales 59:346–349.

8. Penfold, A. R., and R. Grant. 1924. The germicidal values of the pure constituents of Australian essential oils, together with those for some essential oil isolates and synthetics. Part II. J. R. Soc. New South Wales 58:117–123.

9. Hammer, K. A., C. F. Carson, and T. V. Riley. 1996. Susceptibility of transient and commensal skin flora to the essential oil of Melaleuca alternifolia (tea tree oil). Am. J. Infect. Control 24:186–189.

10. Banes-Marshall, L., P. Cawley, and C. A. Phillips. 2001. In vitro activity of Melaleuca alternifolia (tea tree) oil against bacterial and Candida spp. Isolates from clinical specimens. Br. J. Biomed. Sci. 58:139–145.

11. Carson, C. F., B. D. Cookson, H. D. Farrelly, and T. V. Riley. 1995. Susceptibility of methicillin-resistant Staphylococcus aureus to the essential oil of Melaleuca alternifolia. J. Antimicrob. Chemother. 35:421–424.

12. Chan, C. H., and K. W. Loudon. 1998. Activity of tea tree oil on methicillinresistant Staphylococcus aureus (MRSA). J. Hosp. Infect. 39:244–245.

13. Hada, T., S. Furuse, Y. Matsumoto, H. Hamashima, K. Masuda, K. Shiojima, T. Arai, and M. Sasatsu. 2001. Comparison of the effects in vitro of tea tree oil and plaunotol on methicillin-susceptible and methicillinresistant strains of Staphylococcus aureus. Microbios 106(Suppl. 2):133–141.

14. Elsom, G. K. F., and D. Hide. 1999. Susceptibility of methicillin-resistant Staphylococcus aureus to tea tree oil and mupirocin. J. Antimicrob. Chemother. 43:427–428

15. L. Bowden, Abstr. Infect. Control Nurses Assoc. Annu. Infect. Control Conf., p. 23, 2001)

16. Maruzzella, J. C., and N. A. Sicurella. 1960. Antibacterial activity of essential oil vapors. J. Am. Pharm. Assoc. 49:692–694.

17. Inouye, S., T. Takizawa, and H. Yamaguchi. 2001. Antibacterial activity of essential oils and their major constituents against respiratory tract pathogens by gaseous contact. J. Antimicrob. Chemother. 47:565–573

18. Hammer, K. A., C. F. Carson, and T. V. Riley. 2004. Antifungal effects of Melaleuca alternifolia (tea tree) oil and its components on Candida albicans, Candida glabrata and Saccharomyces cerevisiae. J. Antimicrob. Chemother. 53:1081–1085.

19. D’Auria, F. D., L. Laino, V. Strippoli, M. Tecca, G. Salvatore, L. Battinelli, and G. Mazzanti. 2001. In vitro activity of tea tree oil against Candida albicans mycelial conversion and other pathogenic fungi. J. Chemother. 13:377–383.

20. Nenoff, P., U.-F. Haustein, and W. Brandt. 1996. Antifungal activity of the essential oil of Melaleuca alternifolia (tea tree oil) against pathogenic fungi in vitro. Skin Pharmacol. 9:388–394.

21. Rushton, R. T., N. W. Davis, J. C. Page, and C. A. Durkin. 1997. The effect of tea tree oil extract on the growth of fungi. Lower Extremity 4:113–116.

22. Inouye, S., T. Tsuruoka, M. Watanabe, K. Takeo, M. Akao, Y. Nishiyama, and H. Yamaguchi. 2000. Inhibitory effect of essential oils on apical growth of Aspergillus fumigatus by vapour contact. Mycoses 43:17–23.

23. Inouye, S., K. Uchida, and H. Yamaguchi. 2001. In-vitro and in-vivo anti- Trichophyton activity of essential oils by vapour contact. Mycoses 44:99–107. 21. Inouye, S., M. Watanabe, Y. Nishiyama, K. Takeo, M. Akao, and H. Yamaguchi. 1998. Antisporulating and respiration-inhibitory effects of essential oils on filamentous fungi. Mycoses 41:403–410.

24. Bishop, C. D. 1995. Antiviral activity of the essential oil of Melaleuca alternifolia (Maiden & Betche) Cheel (tea tree) against tobacco mosaic virus. J. Essent. Oil Res. 7:641–644.

25. Schnitzler, P., K. Scho¨n, and J. Reichling. 2001. Antiviral activity of Australian tea tree oil and eucalyptus oil against herpes simplex virus in cell culture. Pharmazie 56:343–347.

26. Minami, M., M. Kita, T. Nakaya, T. Yamamoto, H. Kuriyama, and J. Imanishi. 2003. The inhibitory effect of essential oils on herpes simplex virus type-1 replication in vitro. Microbiol. Immunol. 47:681–684

27. Hart, P. H., C. Brand, C. F. Carson, T. V. Riley, R. H. Prager, and J. J. Finlay-Jones. 2000. Terpinen-4-ol, the main component of the essential oil of Melaleuca alternifolia (tea tree oil), suppresses inflammatory mediator production by activated human monocytes. Inflamm. Res. 49:619–626.

28. Brand, C., A. Ferrante, R. H. Prager, T. V. Riley, C. F. Carson, J. J. Finlay-Jones, and P. H. Hart. 2001. The water soluble-components of the essential oil of Melaleuca alternifolia (tea tree oil) suppress the production of superoxide by human monocytes, but not neutrophils, activated in vitro. Inflamm. Res. 50:213–219.

29. Brand, C., M. A. Grimbaldeston, J. R. Gamble, J. Drew, J. J. Finlay-Jones, and P. H. Hart. 2002. Tea tree oil reduces the swelling associated with the efferent phase of a contact hypersensitivity response. Inflamm. Res. 51:236–244

30. Brand, C., S. L. Townley, J. J. Finlay-Jones, and P. H. Hart. 2002. Tea tree oil reduces histamine-induced oedema in murine ears. Inflamm. Res. 51: 283–289.

31. Koh, K. J., A. L. Pearce, G. Marshman, J. J. Finlay-Jones, and P. H. Hart. 2002. Tea tree oil reduces histamine-induced skin inflammation. Br. J. Dermatol. 147:1212–1217.

32. Pearce, A., J. J. Finlay-Jones, and P. H. Hart. 2005. Reduction of nickel induced contact hypersensitivity reactions by topical tea tree oil in humans. Inflamm. Res. 54:22–30.

33. Warnke, P. H., E. Sherry, P. A. Russo, M. Sprengel, Y. Acil, J. P. Bredee, S. Schubert, J. Wiltfang, and I. Springer. 2005. Antibacterial essential oils reduce tumor smell and inflammation in cancer patients. J. Clin. Oncol. 23:1588–1589.

34. Khalil, Z., A. L Pearce, N. Satkunanathan, E. Storer, J. J. Finlay-Jones, and P. Hart. 2004. Regulation of wheal and flare by tea tree oil: complementary human and rodent studies. J. Investig. Dermatol. 123:683–690.

35. Mikus, J., M. Harkenthal, D. Steverding, and J. Reichling. 2000. In vitro effect of essential oils and isolated mono- and sesquiterpenes on Leishmania major and Trypanosoma brucei. Planta Med. 66:366–368.

36. Viollon, C., D. Mandin, and J. P. Chaumont. 1996. Activite´s antagonistes, in vitro, de quelques huiles essentielles et de compose´s naturels volatils vis a´ vis de la croissance de Trichomonas vaginalis. Fitoterapia 67:279–281

37. Pen˜a, E. F. 1962. Melaleuca alternifolia oil—its use for trichomonal vaginitis and other vaginal infections. Obstet. Gynecol. 19:793–795.

38. Calcabrini A, Stringaro A, Toccacieli L, Meschini S, Marra M, Colone M, Salvatore G, Mondello F, Arancia G, Molinari A. Terpinen-4-ol, the main component of Melaleuca alternifolia (tea tree) oil inhibits the in vitro growth of human melanoma cells. J Invest Dermatol 2004;122(2):349-60.

39. Giordani C, Molinari A, Toccaceli L, Calcabrini A, Stringaro A, Chistolini P, Arancia G, Diociaiuti M. Interaction of tea tree oil with model and cellular membranes. J Med Chem 2006;49(15):4581-8.

40. Hausen, B. M., J. Reichling, and M. Harkenthal. 1999. Degradation products of monoterpenes are the sensitizing agents in tea tree oil. Am J Contact Dermatitis 1999: 10: 68–77.

41. Harkenthal M, Hausen B M, Reichling J. 1,2,4-trihydroxymenthane, a contact allergen from oxidized Australian tea tree oil. Pharmazie 2000: 55: 153–154. 42. Pirker C, Hausen B M, Uter W etal. Sensitization to tea tree oil in Germany and Austria. A multicenter study of the German Contact Dermatitis Group. J Dtsch Dermatol Ges 2003: 1: 629–634.
Articoli correlati
Rimedi naturali
Curcuma: proprietà e controindicazioni
Le mille proprietà della curcuma apportano benefici alla salute con poche controindicazioni.

Proprietà della boswellia serrata
Tutte le proprietà, le controindicazioni e i benefici della boswellia serrata, una pianta utile contro l'artrite reumatoide e infiammazioni.

Diabete, rimedi naturali
Il diabete é un problema che riguarda molte persone. Oltre alla medicina ufficiale è possibile impiegare alcuni rimedi naturali efficaci.

Mille proprietà della Centella
La centella asiatica è un erba officinale con molte proprietà. Vediamo quali sono le principali.

Glucomannano fa dimagrire
Cerchiamo di scoprire le proprietà e le controindicazioni del Glucomannano, la fibra che fa dimagrire.

Smagliature: ecco come eliminarle
Le "cicatrici" della pelle! Scopriamo cosa sono e come eliminarle .

Olio essenziale di tea tree oil
Tea tree oil: Vediamo nel dettaglio le proprietà e a cosa serve questo olio essenziale.

Melaleuca Alternifolia: olio essenziale
La Melaleuca alternifolia è una pianta australiana ricca di prorietà dalla quale si estrae l'olio essenziale noto con il nome di Tea tree oil .

Proprietà della griffonia
Nel caso di gambe stanche, gonfie o pesanti esistono molti rimedi naturali che possono davvero aiutarti. Scoprili adesso.

Burro di Karitè puro
Le proprietà del burro di karitè lo rendono unico per la bellezza della pelle del viso senza controindicazioni.

Proprietà della spirulina
E' una microalga alimentare impiegata da secoli. Ha mille proprietà benefiche ed ha poche controindicazioni.

Antiinfiammatori naturali
Erbe officinali e sostanze naturali contro i dolori articolari

Olio di Argan
L'oro dei berberi per la bellezza della pelle e dei capelli

Rosa mosqueta
Olio ricco di proprietà benefiche per la pelle, favorisce la rigenerazione cutanea

Olio di Borragine
La borragine è una pianta dai cui fiori a forma si estrae un importante olio ricco di proprietà. Vediamole.