Home >> Erbe officinali

Zenzero: le proprietà e i benefici sull'apparato digerente

Lo zenzero ha mille proprietà, vediamo in che modo aiuta l’apparato digerente e come utilizzarlo

18/2/15 |
mille proprietà dello zenzero

Nome botanico Zingiber officinale Roscoe, in italiano zenzero, in inglese ginger. La parte di questa pianta che conosciamo per le innumerevoli qualità è il rizoma. Cos’è il rizoma? Il rizoma è Il fusto allungato e carnoso di piante perenni, ricco di sostanze di riserva; è simile a una radice, ma non è propriamente una radice come spesso, erroneamente, si sente dire.

Articoli correlati


Che cos’è e come si usa lo zenzero

In cucina lo zenzero ha tantissimi usi; il suo sapore si abbina, infatti, bene a tanti piatti, dall’antipasto al dolce.

Lo zenzero ha tantissime proprietà: ricchissimo di sali minerali e altri nutrienti è un buon alleato di cuore, apparato digerente e sistema immunitario.

Lo zenzero per il benessere dell’apparato digerente
In questo articolo ci soffermeremo in particolare sulle proprietà dello zenzero che aiutano la salute dell’apparato digerente.

Lo zenzero favorisce il benessere dello stomaco. Stimola la digestione e aiuta a prevenire e curare gastrite e ulcere. I suoi principi attivi risultano molto efficaci anche in presenza di Helicobacter pylori, un batterio che si può trovare solo nello stomaco e che, nel tempo, può causare danni alle cellule, con conseguente comparsa di disturbi anche gravi, per esempio gastrite e/o ulcera.

Lo zenzero aiuta contro nausea. La sua efficacia in questo senso è stata provata anche da diversi studi clinici. Lo zenzero viene spesso utilizzato come ingrediente di prodotti specifici contro la cinetosi (mal d’auto, mal di mare eccetera), anche nei bambini. Può aiutare contro la nausea in gravidanza? Lo zenzero, in gravidanza, viene solitamente sconsigliato; non ci sono prove certe sul fatto che possa nuocere al corretto sviluppo del feto, ma non possiamo affermare con sicurezza neanche il contrario.

Lo zenzero contro la formazione di gas intestinali. Un'altra qualità dello zenzero, molto utile per il benessere dell’apparato digerente, è la capacità di prevenire e combattere la formazione di gas intestinali.

Lo zenzero per regolarizzare l’intestino. Lo zenzero è un valido aiuto anche per regolarizzare l’intestino. Risulta infatti assai efficace in caso di diarrea o stitichezza favorendo la naturale regolarità del transito intestinale.

Ovviamente, comunque, in presenza di sintomi gravi e persistenti è importante rivolgersi sempre a un medico. Inoltre, lo zenzero va assunto sempre in modiche quantità; un uso massiccio, infatti, può esporre all’insorgenza di disturbi a carico dell’apparato digerente, da acidità di stomaco e gonfiori addominali fino a gastrite e ulcera; esagerando, quindi, si rischia di ottenere l’effetto contrario.

Come usare lo zenzero

Ora che sappiamo a cosa serve lo zenzero, vediamo come usarlo. Dal sapore leggermente piccante, lo zenzero lo si può aggiungere, fresco o secco, come ingrediente di tantissime ricette, al pari delle altre spezie. Per un effetto maggiore, però, è possibile preparare un infuso di zenzero con un grammo di zenzero secco, oppure 10 grammi di zenzero fresco in una tazza di acqua bollente. Inoltre, masticare il rizoma di zenzero può essere utile contro nausea, mal d’auto e crampi addominali.  Infine ricordiamo che lo zenzero secco è reperibile nelle migliori erboristerie mentre lo zenzero fresco lo si trova in tutti i supermercati.





Erboristeria online

Rodiola.info è un sito di erboristeria, prodotti erboristici, informazioni salutistiche.

Rimedi naturali