COUPEROSE: UNA NEMICA DELLA BELLEZZA DEL NOSTRO VISO.

La couperose si presenta come una macchia rossa nel viso, antiestetica e difficile da trattare


Postato il: 17/07/2013


La couperose è un inestetismo cutaneo fastidioso ed irritante, sia da un punto di vista estetico che pratico. Estetico perché si manifesta con poco attraenti venuzze rosse sulle guance ed ai lati del naso, pratico perché tali venuzze, essendo causate da problemi di natura prevalentemente infiammatoria, sono calde e possono provocare pizzicore o prurito.

Da un punto di vista dermatologico cos'è la couperose?
La couperose è considerata una vera e propria lesione cutanea, caratterizzata da macchie rossastre dovute alla dilatazione dei capillari superficiali del viso, prevalentemente nelle zone ai lati del naso e sulle guance. La dilatazione dei capillari è detta scientificamente teleangectasia. Alle prime manifestazioni il disturbo può comparire e scomparire, mentre con l'andare degli anni, se non si prendono le opportune precauzioni, si può cronicizzare, rimanendo evidente.Questo perché i capillari tendono a perdere la loro elasticità e si dilatano in maniera permanente. E' un disturbo che colpisce prevalentemente le donne ma vi è anche un 20% di uomini che ne è affetto.

Ecco i rimedi naturali per te

Quali sono le cause della couperose?
Non si conosce la causa specifica ma sono tanti i fattori che contribuiscono al suo manifestarsi. Tali fattori inducono un processo irritativo ed infiammatorio che porta alla dilatazione dei capillari del viso e quindi al manifestarsi delle teleangectasie, che come abbiamo detto, col tempo tendono a diventare permanenti.

Parliamo in particolare di :
- Terapie farmacologiche prolungate a base di cortisone o uso continuativo della pillola anticoncezionale.
- Carenza di vitamina C e di vitamina PP.

- Esposizione continua del viso, durante tutto l'anno, a sbalzi termici; un esempio è il caso dei cuochi che espongono il viso a vampate di calore e vapore.

- Eccessiva esposizione del viso a forti radiazioni solari.

- Consumo eccessivo di alcolici e di sigarette.






Quali sono i rimedi naturali più adatti ?
I rimedi naturali che possiamo utilizzare sia in maniera preventiva sia quando la lesione è già evidente, sono quelli con attività flebotonica ed antinfiammatoria. Tra le piante ad azione flebotonica abbiamo amamelide, mirtillo nero, ippocastano, vite rossa, rusco. Sono piante che si usano anche in caso di ristagno venoso agli arti inferiori, gambe pesanti, emorroidi. Queste piante possono rientrare nella composizione di creme cosmetiche ma possono essere utilizzate anche come integratori orali. Si può dimostrare utile l'integrazione di vitamina C, magari da acerola associata a flavonoidi di origine naturale, per migliorare la resistenza e la tonicità dei vasi sanguigni. Per lenire l'infiammazione sono utili creme a base di camomilla, malva e liquirizia, piante con spiccate proprietà addolcenti, decongestionanti, antinfiammatorie. Con calendula e malva possiamo preparare anche impacchi decongestionanti, da applicare tiepidi alla sera, dopo la pulizia del viso. Come “crema” da notte possiamo preparare un olio miscelando 40 ml di olio di Jojoba con 10 ml di olio di Germe di grano ed aggiungendovi 3 gocce di olio essenziale di Achillea, 2 gocce di olio essenziale di Incenso, 5 gocce di olio essenziale di Sandalo.
Un' ottima azione decongestionante e lenitiva la possiede anche l' olio essenziale di Lavanda, ne basta una goccia in una noce di crema base di ottima qualità non profumata o in olio di mandorle dolci bio e spremuto a freddo, da applicare la sera dopo la pulizia quotidiana, su tutto il viso.

C'è un legame tra couperose e rosacea?
La couperose è di per sé un problema fastidioso ma non grave. Può però trasformarsi in un problema dermatologico ben più grave, l'acne rosacea. L'acne rosacea, chiamata più comunemente rosacea, è un disturbo cronico causato dall'infiammazione dei follicoli piliferi e che si manifesta con papule, pustole e teleangectasie a livello di fronte, naso e guance. A questo stadio la terapia è di solito farmacologica.

Ultimi consigli anti-couperose
- In giornate particolarmente calde e cocenti potete applicare sul viso del gel di aloe puro, che associa azione decongestionante ed antinfiammatoria. Pulite il viso, mettetevi in posizione comoda e  lasciate agire per qualche minuto il gel. Potete ripetere questa operazione più volte al giorno. Tenete il tubetto in frigo nel reparto più in basso, darà ancora più sollievo associando anche un'azione vasocostrittrice, magari toglietelo dal frigo 10-15 minuti prima di applicarlo.
   
- Bevete molta acqua e aumentate il consumo di mirtilli neri, frutti eccezionali contro la fragilità capillare.
   
- Riducete il consumo di caffè.
   
- Dopo aver applicato la crema idratante specifica per combattere la couperose, proteggete il vostro viso dai raggi solari applicando un'alta protezione, consiglierei una crema con fattore di protezione 50+ in primavera ed estate ed una con fattore di protezione 20 in autunno ed inverno.
   
- Avete una serata importante e non riuscite a mascherare gli odiati segni rossi? Prima del fondotinta applicate un correttore verde! Provare per credere.
   
- Anche per la pulizia del viso utilizzate prodotti delicati, non  aggressivi. Chi soffre di couperose ha una pelle molto delicata e  di solito iperreattiva, che va trattata con prodotti specifici e mirati, per lenire ciò che è già evidente e ritardare o evitare la comparsa di nuove lesioni o infiammazioni.
   
- Evitate le lampade abbronzanti.