Suggerimenti per dimagrire in menopausa

Non è possibile evitare la menopausa. Ma è possibile seguire dei suggerimenti ed una dieta per dimagrire in questo stato fisiologico


Postato il: 26/06/2014


Durante la menopausa si tende a ingrassare a causa degli sbalzi ormonali. Il problema, però, è che gli accumuli di grasso vanno a localizzarsi intorno al giro vita, il che espone maggiormente al rischio di patologie cardiache. La predisposizione genetica, lo stress, l’insonnia e la tendenza alla depressione completano il quadro e molte donne finiscono per ritrovarsi gonfie e appesantite, con ripercussioni dirette sullo stato di salute in generale. Per alcune donne si tratta ‘solo’ di gonfiore, per altre di vero e proprio accumulo di peso nell’area addominale, e sarà poi difficile eliminarlo in seguito, quando la situazione ormonale sarà normalizzata, ma i chili in più si saranno ambientati sul corpo.
Se evitare la menopausa è impossibile, è invece possibilissimo reagire in modo attivo, ricorrendo a tutti i rimedi a nostra disposizione: i cibi giusti, lo sport e i rimedi naturali offerti da erbe e piante. In questo modo si potrà evitare di ritrovarsi con il giro vita ingrossato e un gonfiore addominale eccessivo.

Suggerimenti per dimagrire in menopausa

In generale: alimentazione, attività fisica, rimedi naturali
Se ingrassare in menopausa è un processo del tutto naturale, possiamo comunque provare a contrastarlo, o quanto meno a non peggiorare la situazione. Attenzione quindi a non concedersi tutto quel che la tempesta ormonale in corso suggerisce: dolci, fritti, bevande gassate vanno necessariamente evitati.

Non è un problema se si mangia un quadratino di cioccolato fondente dopo ogni pasto, ma è ben altra cosa se si tratta di una torta o di un dolce ricco di zuccheri. Lo stesso vale per il vino, il pane e la pasta, nel senso che con la moderazione e il buon senso si può mangiare di tutto.

Naturalmente, come in tutti i casi i cui si vuole tenere sotto controllo la linea, è fondamentale introdurre nel regime alimentare la frutta e la verdura le classiche 5 volte al giorno, cercando comunque di non eccedere in quantità, perché alcuni tipi di frutta sono ricchi di zucchero. Via libera invece, senza restrizioni, al tè e alle tisane, per depurare e drenare, e all’acqua, preferibilmente a basso contenuto di sodio.

Se l’alimentazione è importante, lo è altrettanto l’attività fisica. Mangiare poco e bene senza mai muoversi può non produrre grandi effetti, per cui è bene impegnarsi in tal senso. Se non siete nelle condizioni o non avete la possibilità di praticare uno sport, potete rimediare camminando. Camminate il più possibile, anche per brevi tratti, basta che facciate del movimento in maniera costante.

Fitoestrogeni
Menopausa e fitoestrogeni vanno a braccetto. Ma cosa sono esattamente i fitoestrogeni? Si tratta di estrogeni naturali che si trovano in alcune piante e possono essere utilizzati per curare i disturbi della menopausa, come appunto la tendenza a ingrassare. Il vantaggio dei fitoestrogeni è che rispetto alla terapia ormonale ‘classica’ non presentano grandi controindicazioni e sono presenti in molti alimenti di uso comune. E’ il caso dei legumi, soprattutto lenticchie e piselli, ma anche della soia, dei cereali (frumento e orzo in testa) e degli oli di semi, dal lino al girasole all’olio di mandorle. Più di tutti ne contiene la soia, con particolare riferimento ai germogli. Per cercare di dimagrire in menopausa è quindi utile portare sulla tavola questi alimenti ricchi di ormoni naturali, così da prendere i classici 2 piccioni con una fava, aiutando l’intero organismo a star meglio.

Erbe e piante
Le bacche di acai sono utilissime per tenere sotto controllo il peso, grazie alla loro capacità di accelerare il metabolismo. L’azione di questi piccoli frutti diventa di grande utilità in periodi come la menopausa, quando si tende a trattenere liquidi e ad accumulare grassi. Il consumo diretto delle bacche di acai non è consigliato, perché non hanno un sapore facilmente tollerabile, se non in piccole dosi. L’ideale è assumerle in forma di integratori, sempre dietro controllo medico.

Il fucus è un altro dei classici rimedi naturali utilizzati durante la menopausa. Si tratta di un’alga marina che contiene una grandissima quantità di iodio e in questo modo diventa di aiuto per la tiroide. Dal momento che le disfunzioni tiroidee non sono infrequenti quando una donna è in menopausa, l’introduzione di iodio nell’organismo non può che essere utile, soprattutto perché incide direttamente sul metabolismo, che a sua volta è regolato dal corretto funzionamento della tiroide. Grazie allo iodio, il metabolismo accelera il suo funzionamento e ostacola la formazione di grasso. Inoltre il fucus è leggermente lassativo, il che contribuisce ancor più al controllo del peso. Per quanto riguarda le modalità di assunzione, il fucus è disponibile in compresse, estratto secco e fluido e anche tavolette, e va assunto con cautela per via delle possibili controindicazioni.

Citrus aurtantium (Arancio amaro). La ricchezza dell’arancio per dimagrire risiede non tanto nel frutto quanto nella buccia, ricca di principi attivi che stimolano la termogenesi. Si tratta di un processo che porta ad accelerare il metabolismo producendo del calore che aiuta a sciogliere i grassi. Il modo migliore in cui assumere l’arancio amaro è come tisana, mettendone in infusione la scorza direttamente nell’acqua bollente. Grazie all’infuso di arancio sarà così possibile beneficiare della sua azione brucia grassi e delle proprietà diuretiche legate ad ogni infuso caldo. Inoltre non presenta alcuna controindicazione, quindi si può bere anche 2 o 3 volte al giorno.

Caffè verde. Il caffè verde è molto utile per evitare l’accumulo di peso durante la menopausa. Alla miscela arabica si riconosce infatti la capacità di favorire il consumo calorico, grazie alla sua speciale composizione. I polifenoli, in particolare, aiutano ad abbassare il livello degli zuccheri presenti nel sangue e in questo modo inibiscono la formazione dei grassi.
Una tazzina di caffè verde al giorno si rivela quindi di grande aiuto in menopausa, quando si tende ad accumulare peso, soprattutto intorno al giro vita. Attenzione a non eccedere in quantità per mantenere la linea, perché si tratta pur sempre di caffè ed è quindi eccitante e potenzialmente acido per lo stomaco.

Il caffè verde può anche essere assunto come integratore dove contiene la maggior quantità disponibile di acido clorogenico che è la parte funzionale che ci aiuta a perdere peso.