Bagni di Sole: energia pura per il benessere

Il Sole come terapia: elioterapia, benessere naturale per il buonumore


Postato il: 25/09/13


L’approccio olistico della naturopatia implica la conoscenza e l’analisi di tutti gli elementi che ci circondano e che contribuiscono al benessere della persona: secondo tutti gli esperti in naturopatia, il Sole è naturalmente un protagonista.

Elioterpia: terapia del sole

L’Elioterapia, dal greco Elios=Sole o Terapia della Luce, permette al corpo di utilizzare l’esposizione al Sole per una grande varietà di benefici, da quelli relativi ai tessuti più superficiali, come l’epidermide, a quelli più profondi, come le ossa, fino ai disturbi del comportamento e dell’umore.

Uno dei cicli principali del nostro organismo, il ritmo circadiano – che dura appunto un giorno completo - rispetta l’alternanza di sole/ oscurità e di veglia/riposo e, con la sua costante regolarità, permette l’evolversi positivo di ogni tipologia di metabolismo, favorendo il corretto equilibrio olistico di corpo e psiche.

Con il calore dei raggi infrarossi, il bagno di sole favorisce l’eliminazione di acqua e tossine attraverso le ghiandole sudoripare, intervenendo nell’equilibrio idrosalino dell’organismo. Ha un funzione anti-infiammatoria e contrasta malattie della pelle come psoriasi, acne ed eczemi.

A livello osteo-articolare, soprattutto grazie ad alcuni raggi ultravioletti, l’elioterapia stimola la produzione di vitamina D, fondamentale nell’assorbimento e nella fissazione del calcio nelle ossa; in questo modo, contrasta malattie come rachitismo, reumatismi, artrosi ed osteoporosi.

L’esposizione alla luce solare è attiva e utile contro anemie e linfatismo, combatte l’asma bronchiale, rilassa la muscolatura, migliorandone le prestazioni, e favorisce, in genere, il movimento di tutte le articolazioni. Riattiva la circolazione e l’ossigenazione di tutti i tessuti, influisce sulla produzione di sangue e attenua la pressione sanguigna, stimola il metabolismo basale e il sistema neurovegetativo e si è mostrata utile contro i tumori ai polmoni.

Un bagno di sole stimola inoltre la produzione di serotonina, un neurotrasmettitore che ha un ruolo di rilievo nella stabilizzazione dell’umore, contrastando l’ansia e la depressione, e nella regolarizzazione dell’appetito e della sessualità. Anche l’incremento di melatonina, contribuisce a combattere il cattivo umore, rilasciando nell’organismo una piacevole sensazione di benessere.

Approccio naturale all’Elioterapia
In una condizione pienamente naturale, la nostra pelle dovrebbe essere esposta in modo progressivamente sempre più importante sotto il Sole, ogni anno a partire dalla primavera per giungere all’autunno, con un’abbronzatura completa e profonda che dovrebbe diradarsi quindi nel corso dell’inverno.

I pigmenti che rendono più scura l’epidermide, le Melatonine, servono proprio ad accompagnare questo percorso naturale. Dal punto di vista etologico, una pelle pienamente abbronzata è indice generale di salute e di benessere, ed è percepita infatti come tale, piacevole e bella da vedere. Ed è una sensazione istintiva e naturale.

Purtroppo, a parte in alcuni casi e mestieri particolari, restiamo direttamente sotto il Sole per pochi mesi, magari solo pochi giorni l’anno, e tendiamo a concentrare in un lasso di tempo davvero troppo ridotto quello che dovrebbe essere – e non è più da consuetudine - una normale vita all’aria aperta.

In pratica, stiamo abituando la nostra epidermide a stare al chiuso o almeno coperta dagli abiti. Il tempo che dedichiamo alla cura della luce solare non è abbastanza e poi cerchiamo di recuperare stando molte ore ad abbronzarsi, in un vero e proprio tour del force estivo su spiagge roventi, persino nelle ore più calde del giorno.

Il risultato di una esposizione eccessiva o senza cautele porta a problemi diversi, a partire dal livello epidermico delle scottature e, nel lungo termine, a problemi ancora più gravi, come i tumori della pelle, ma il rischio riguarda anche la disidratazione e gli shock termici, i cosiddetti colpi di caldo. Anche gli occhi sono molto sensibili agli eccessi di luce e calore.

È importante ricordare che, oltre agli elementi inquinanti presenti nell’aria, è la stessa atmosfera ad essere cambiata, con assottigliamenti dello strato di ozono, che era in grado di eliminare quasi totalmente i dannosi raggi solari UV-B e UV-C, lasciando passare solo i raggi UV-A, esponendoci quindi ad un vero e proprio bombardamento di radiazioni ben superiore che in passato.

Come tutti i principi curativi, naturali e non, - è sempre importante ricordarlo -  il sole può essere un farmaco oppure un veleno, e la differenza dipende dal “dosaggio”. Anche se l’Elioterapia è apparentemente semplicissima, l’esposizione al Sole deve essere attentamente calibrata, nelle modalità e nella durata e frequenza, secondo parametri oggettivi - che un esperto naturopata potrà facilmente verificare - come il fototipo della persona, l’età e la condizione fisica, la stagione e le condizioni climatiche, la latitudine e l’altitudine. È inoltre da tener conto della momentanea o cronica assunzione di farmaci che rendono l’epidermide più fotosensibile. 

Il bagno di sole
L’Elioterapia è un pratica completamente naturale, che prevede l’esposizione del corpo, quando più libero possibile da indumenti, con le modalità e per un periodo di tempo indicato da un naturopata.

In linea di principio, non dovrebbe durare meno di 10/15 minuti e raramente più di un’ora. Spesso, è meglio esporsi più volte per periodi limitati e ripetuti, piuttosto che un'unica volta, continuativamente. L’idratazione è fondamentale, anche per la dispersione di liquidi con la sudorazione, ed è fondamentale aver bevuto acqua a sufficienza ed averla sempre a disposizione.

Soprattutto in estate, è di solito importante evitare le ore più calde, privilegiando l’esposizione nella prima mattinata o nel tardo pomeriggio. In alcuni luoghi – come vicino alla superficie del mare o sulla neve – le superficie riflettenti possono raddoppiare gli effetti della luce solare, aumentando i benefici ma anche i possibili svantaggi. Anche diversi farmaci, piante medicinali e prodotti di bellezza per il corpo possono influire sulla terapia.

A seconda del contesto, degli obiettivi da raggiungere e del proprio stato di salute, è importante adottare le corrette precauzioni – occhiali da sole, creme protettive, berretti leggeri – per contrastare alcuni dei possibili rischi legati ad una esposizione eccessiva al sole.

Dott. Valerio Sanfo