Maitake (Grifola frondosa) - Proprietà

Il Maitake é originario del Giappone utile in caso di squilibri del sistema immunitario e disturbi legati ad invecchiamento precoce


Postato il: 18/10/2013


Il Maitake é un fungo non molto frequente che cresce sia in Giappone che in Italia (Prealpi marittime, Appennino tosco-emiliano e Sila) nelle foreste di latifoglie, in particolare sui tronchi di castagno tagliati. Lo sviluppo del corpo fruttifero, commestibile, di odore intenso e sapore delicato, avviene fra fine agosto ed ottobre ed ha una andamento biennale o quadriennale, per cui non è facile trovarlo tutti gli anni. Il suo nome botanico deriva dal greco “grifos” = rete di giunchi intrecciati e dal latino “frondosus” = frondoso, in quanto il corpo fruttifero ricorda le fronde di un albero.

Ecco tutte le proprietà di questo fungo

Denominazione botanica: Grifola frondosa [Dicks.] Gray
Famiglia: Meripilaceae
Sinonimi: Poliporo frondoso, Barbagino/a, Fungagnino, Griffa o griffone, Nasca, Storella, Grifos frondosus, Boletus frondosus Dicks.
Habitat: boschi di latifoglie in Giappone e in Italia
Parti usate: sporoforo
Nomi comuni: ingl. – Maitake Mushroom, Hen of the woods, Ram’s head, Sheep’s head; fr. – Polypore en touffe, Poule de bois; sp - Maitake;
Japan. – Maitake
Titolo: 30% polisaccaridi

COMPOSIZIONE (1):
Polisaccaridi
(30%): beta-glucani in particolare;
Minerali: potassio, calcio e magnesio;
Vitamine: B2, D2, ergosterolo (provitamina D) e niacina
Altri: fibre e aminoacidi

Effetti sul sistema immunitario:
Grazie all’elevato contenuto di beta-glucani (frazione polisaccaridica) Maitake in grado di rinforzare le naturali difese dell’organismo e più in particolare di stimolare alcuni particolari globuli bianchi come i macrofagi, linfociti T e le cellule NK (Natural Killer), rinforzando la risposta immunitaria.  Recentemente alcuni studi hanno mostrato la capacità di questo fungo nell’indurre la morte programmata (apoptosi) delle cellule presenti nelle affezioni degenerative della prostata (1-2).

Effetti sulla sindrome X (sindrome metabolica):
Maitake è in grado di ridurre i fattori di rischio legati alla sempre più diffusa sindrome metabolica (sindrome X), caratterizzata da aumento del glucosio e dei trigliceridii nel sangue, associati a bassi livelli di colesterolo buono (HDL),  nonché tendenza all’ipertensione e all’accumulo di grasso nell’addome e sul torace. Maitake migliora infatti la sensibilità cellulare all’insulina, favorendo così il metabolismo del glucosio, regola i valori di colesterolo HDL e contrasta l’accumulo di grassi nel fegato, aiutando al tempo stesso a mantenere un corretto peso corporeo grazie alla trasformazione in energia dei cibi ingeriti.


IMPIEGO (1-4): squilibri del sistema immunitario, disturbi legati ad invecchiamento precoce, riduzione dei fattori di rischio legati alla sindrome X (sindrome metabolica).
 
ISTRUZIONI PER L'USO (1-4):
generalmente 400 mg di Estratto Secco al 30% di polisaccaridi 2-3 volte al giorno, durante o prima dei pasti con abbondante acqua. L’assunzione contemporanea di vitamina C ne potenzia l’attività.






Bibliografia

1)  Kodama N., Murata Y., Nanba H.: “Administration of a polysaccharide from Grifola frondosa stimulates immune function of normal mice”, J.Med.Food. 2004, 7(2): 141-5
2) Kodama N., Asakawa A., Inui A., Masuda Y., Nanba H.: “Enhancement of citotoxicity of NK cells by D-fraction, a polysaccharide from Grifola frondosa”, Oncol.Rep. 2005, 13(3): 497-502
3) Kubo K., Aoki H., Nanba H.: “Antidiabetic activity present in the fruit body of Grifola frondosa (maitake)”, J.Biol.Pharm.Bull. 08/1994, 17(8): 1106-10
4) Horio H., Ohtsuru M.: “Maitake (Grifola frondosa) improve glucose tolerance of experimental diabetic rats”, J.Nutr.Sci.Vitaminol. Tokio 02/2001, 47(1): 57-63