Bambini: Prevenire raffreddore e mali di stagione

Alcune semplici regole per prevenire i mali di stagione, come raffreddore e stati influenzali, nei bambini.


Postato il: 30/09/2014


Ogni anno con il cambio di stagione, e con la temperatura che fa la capricciosa, é molto importante applicare comportamenti o pratiche che possano aiutare i nostri piccoli a stare alla larga dai quei fastidi che inevitabilmente accompagneranno in più fasi grandi e piccoli.

Sia che il bambino abbia tosse raffredore o influenza vale la pena di provare questi semplici rimedi. Considerate sempre che un raffreddore o un'nfluenza ci mettono circa 10 giorni per fare il loro naturale corso e che i rimedi di seguito indicati non riduranno le tempistiche ma permetteranno a vostro figlio di sentirsi molto meglio...e poi perchè non provarle anche su di noi?! I rimedi della nonna sono da sempre i più efficaci!

1) Molto molto riposo (adatto a tutte le età)
A cosa serve

Ci vuole molta energia per combattere un'infezione, sia negli adulti che nei bambini il sonno ed il riposo sono parte della cura.

Ricordate che il riposo nei bambini è un grande ?guaritore?, ad esempio se il bambino è stressato per via della scuola o dello sport o per questioni emotive un buon sonno rigenera e ricarica di energie.

Cosa fare
Create un ambinete favorevole al riposo ed al sonno, magari con musica dolce o raccontate delle storielline.
Se il bambino non vuole o non riesce a dormire, fatelo giocare con cose rilassanti, disegni puzzle. Se si sente solo chiamate i nonni o qualche amico al telefono.

Se non basta fategli vedere anche un pochino di televisione, in fondo è malato e si può concedere anche qualche cartoon in dvd!

2) Vapori (tutte le età)
A cosa serve
Respirare aria calda aiuta a rilasciare il muco nelle vie nasali. Un bagno caldo ha anche il potere di rilassare i bambini....ovviamente quellia cui piace fare il bagno!

Cosa fare
Utilizzate umidificatori, vaporizzatori di aria calda o bagno caldo.
Se usate gli umidificatori puliteli in modo accurato. Accendete l'umidificatore o il vaporizzatore nella camera del bambino quando dorme o quando gioca in camera.

Se non li avete fate un bagno in acqua calda e assicuratevi di aver fatto scorrere molta acqua calda in bagno in modo che la stanza si riempia di vapore. Per bambini sopra i due anni si può aggiungere al bagno qualche goccia di olio essenziale di eucalipto.

Se poi il bagno non fosse possibile.. fate scorrere l'acqua calda e chiudete la porta del bagno in modo da creare i vapori e rimanete nella stanza con il bambino per 15 minuti...portate un librino con voi, per fare divertire il bambino!

3) Soluzione salina e pulizia nasale (tutte le età)
A cosa serve
La soluzione salina aiuta a pulire il naso dei bambini quando sono ancora troppo picoli per soffiarsi il naso da soli. Diventa fondamentale la pulizia del nasino con l'aspiratore nasale quando il bambino è neonato e non riesce a respirare mentre viene allattato.

Cosa fare
Acquistate le soluzioni saline (vengono vendute in pratiche bottigliette monouso) e l'aspiratore nasale. Per i bambini sopra i due anni si possono utilizzare soluzioni saline spray. Altrimenti potete prepare da soli la soluzione: 1/2 cucchiaino di sale sciolto in di acqua calda. Preparatelo nuovo ogni giorno perchè al massimo dura 24 ore ed i germi proliferano velocemente.

Come utilizzarlo:
Mettete i bambini distesi o con la testa leggermente inclinata. Versate alcune gocce di soluzione salina in ciascuna narice e cercate di mantenere la posizione della testa per una decina di secondi almeno...possono sembrare pochi ma con un bambino è un'eternità!

Prendete l'aspiratore nasale e rimuovete la soluzione salina e il muco una narice alla volta, possibilmente tappando con un dito la narice dalla quale non state aspirando. Pulite poi lo strumento in modo accurato.

Il procedimento andrebbe fatto massimo un paio di volte al giorno per non irritare troppo le mucose. L'ideale è prima di dormire per assicurare una buona respirazione durante la notte che possa contribuire ad un buon riposo. Per i lattanti si consiglia di effettuare l'operazione prima dell'allattamento in modo da liberare il nasino prima della suzione.

Se i vostri bambini sono terrorizzati dall'aspirazione nasale potete provare a mettere solo le gocce saline o la soluzione salina spray...non avrà lo stesso effetto... ma meglio di niente!

Consigli
Non utilizzare spray decongestionanti sui neonati. Sono sconsigliati nei bambini.

4) Bere, bere e ancora bere (6 mesi in su)
A cosa serve
Bere liquidi aiuta a prevenire la disidratazione e facilita la secrezione di muco nasale.

Cosa fare
Fate bere ai vostri bambini liquidi. Se l'acqua non è di loro gradimento provate con spremute di frutta.

Consigli
Per bambini al di sotto di 6 mesi l'acqua non è indicata, trovano infatti nel latte materno o nel latte artificiale tutto il liquido di cui necessitano.

5) Una buona minestrina calda o una camomilla (6 mesi in su)
A cosa serve
I liquidi caldi possono aiutare ad alleviare la congestione nasale. La classica minestrina di pollo è in effetti veramente utile per alleviare sintomi come stanchezza, dolori, congestione e febbre.

Cosa fare
Date ai vostri bambini il liquido caldo che preferiscono, te', zuppe, minestra. Non bollente ma caldo!
Per i neonati sopra i 6 mesi si consigli anche la camomilla, cercate però prodotti il più naturali possbile.

Consigli
Per bambini al di sotto di 6 mesi i liquidi non sono necessari, trovano infatti nel latte materno o nel latte artificiale tutto il liquido di cui necessitano.

6) Tenere la testa sollevata (12 mesi e oltre)
A cosa serve
Sollevare la testa del bambino mentre dorme lo aiuta a respirare meglio.

Cosa fare
Utilizzate cuscini o asciugamani per mantenere più alta la testa del vostro bambino. Potete mettere cuscini o altro anche sotto il materasso, metodo più indicato per i bambini che si agitano molto nel sonno.

Consigli
Non esagerate con questo sistema e non prolungatelo più del necessario.

7) Miele (12 mesi e oltre)
A cosa serve
Il miele allevia il mal di gola e previene la tosse, specialmente quella notturna.

Cosa fare
Esistono moltissime varietà di miele, quella dalla consistenza più liquida tipo millefiori è la più adatta allo scopo, poiché si scioglie facilmente. Ottimo anche il miele di Manuka.
Il metodo classico suggerisce di mettere un cucchiaino di miele nel latte caldo con il doppio effetto di ingerire miele ed una bevanda calda decongestionante. Se preferite potete dare un cucchiaino di miele al bambino ma forse risulterà troppo dolce!

Consigli
NON somministrate miele prima del compimento dell'anno del bambino. Il miele può provocare nei neonati il botulismo.

8) Imparare a soffiarsi il naso (2 anni e oltre)
A cosa serve
Pulirsi il naso aiuta a respirare meglio ovviamente e poi i bambini con il naso pulito sono più carini no?!

Cosa fare
Insegnare ai bambini a soffiarsi il naso non è un'impresa semplice.. molti non riescono a farlo fino ai 4 anni!

Ecco alcuni suggerimenti
- Mostrate a vostro figlio come si fa e lasciate che vi imiti anche per gioco.
- Spiegate che soffiarsi il naso è un po' come annusare al contrario
- Prendete uno specchio e un fazzolettino e mostrate l'effetto che fa il proprio soffio. La miglior cosa sarebbe far chiudere una narice e far uscire l'aria dall'altra per risaltare l'effetto.
- Insegnateli a soffiare dolcmente e dategli un pacchettino di fazzoletti colorati o con il loro personaggio preferito.
- Insegnateli a buttare i fazzolettini e a lavarsi le mani dopo l'utilizzo.
- Insegnateli anche a non stropicciarsi gli occhi dopo aver tocccato il muco, rischia di procurarsi un'infezione.