Sistema immunitario: ecco i rimedi per renderlo più forte

Il sistema immunitario è fondamentale per il nostro corpo, in quanto responsabile delle sue condizioni di salute.


Postato il: 20/11/2013


Al sistgema immunitario compete l’impegno di difenderlo e proteggerlo dalle aggressioni esterne quali virus e batteri, ma anche dai pericoli ‘interni’, ad esempio la carenza di vitamine, di ferro o di altri nutrienti. Le aggressioni del mondo esterno non sono solo le forme virali, ma anche lo stress, l’affaticamento, i luoghi affollati, il cibo industriale, la vita sedentaria. A fronte di tutto questo, si può supportare il sistema immunitario aiutandolo a rafforzare le sue difese, ricorrendo a tutti i rimedi che la natura mette a nostra disposizione: le erbe, le vitamine e il cibo.

Rimedi naturali per il sistema immunitario

Perilla. La perilla è una pianta aromatica che viene utilizzata in aromaterapia come sostegno per il sistema immunitario. La sua capacità di rafforzare le difese immunitarie la rende utile sia in per i piccoli problemi di salute che si patologie più serie. Nel primo caso i vari sintomi dell’influenza, nel secondo i disturbi della pelle che sono in parte disturbi autoimmuni, come la psoriasi e alcune forme di dermatite. Il tutto grazie ai polifenoli di cui è ricca e agli omega 3 che fanno loro compagnia e che la rendono utile anche per la prevenzione delle malattie cardiovascolari. La perilla si può usare in capsule o sotto forma di infuso, sempre sotto controllo dello specialista.

Boswelia. La boswelia è particolarmente indicata come antinfiammatorio quando ci sono problemi di tipo cronico in cui è coinvolto il sistema immunitario, in quanto non comporta effetti collaterali e va quindi bene per trattamenti lunghi. Di conseguenza, oltre che per l’influenza, soprattutto in caso di disturbi delle vie respiratorie e bronchiali, la boswelia può essere utilizzata con successo per le infiammazioni riconducibili a carenze del sistema immunitario, di cui l’artrite è l’esempio migliore. Disponibile come compressa, capsula, olio essenziale e anche incenso, la boswelia si usa preferibilmente come capsula nei trattamenti lunghi, e rigorosamente dietro prescrizione medica, per evitare interazioni con eventuali altri farmaci utilizzati.

Ginseng. Il ginseng è noto come energizzante e rivitalizzante, e queste sue capacità si ripercuotono positivamente anche sul sistema immunitario. Le difese immunitarie ricevono dal ginseng uno stimolo e la destinazione d’uso migliore è quella del raffreddore e dell’influenza quando sono molto forti. Trattamenti di breve periodo, insomma, determinati dall’esigenza del momento e non da necessità di lungo periodo, perché il ginseng è soprattutto un ricostituente. Il ginseng si usa come estratto secco quando serve a stimolare il sistema immunitario; negli altri casi, quando si ha solo voglia si tirarsi un po’ su, vanno bene anche le forme leggere come il caffè o il tè al ginseng, che ne contengono piccole quantità sufficienti per dare un supporto all’organismo.

Aloe vera. L’aloe vera è uno dei rimedi naturali più noti perché ha tutta una serie di proprietà che giovano all’organismo a 360°. Tra queste, la capacità di stimolare il sistema immunitario, non solo in presenza di problemi o disturbi, ma in generale, per aiutarlo ad attivare i suoi meccanismi di difesa. Le patologie per le quali l’aloe vera si rivela più efficace sono comunque  le infezioni respiratorie e le infiammazioni dell’area genitale, con particolare rifermento alle cistiti. L’aloe vera si assume in vari modi: come succo, come infuso, come capsula o ancora come estratto secco.

Echinacea. L’echinacea è uno dei rimedi più utilizzati per aiutare l’organismo ad affrontare al meglio l’arrivo dell’inverno e di virus influenzali. In genere si inizia il trattamento a base di echinacea almeno un mese prima della stagione invernale, proprio per potenziare il sistema immunitario. All’echinacea ha infatti la capacità di sostenere i globuli bianchi, aiutandoli nella battaglia contro i batteri e i virus. Può essere assunta comodamente come capsula o come tisana, a seconda delle esigenze.

La vitamina C e il sistema immunitario
Un discorso a parte merita la vitamina C, che riveste un ruolo fondamentale per la difesa e il supporto del sistema immunitario. Alla vitamina C sono riconosciute importanti proprietà antiossidanti che, unite alla sua capacità di stimolare la produzione di anticorpi, la rendono utilissima per rinforzare l’organismo e sostenere quelle difese immunitarie che devono sempre rimanere attive. Di conseguenza, sia per un semplice raffreddore che per patologie più serie, l’assunzione di vitamina C è caldamente consigliata e dovrebbe diventare una pratica quotidiana, soprattutto nei mesi invernali. Nulla di più semplice che mangiare un’arancia o spremerne il succo per una merenda salutare o al mattino, per colazione: l’organismo in generale e le difese immunitarie in particolare, potranno trarne giovamento. Il tutto senza controindicazioni, il che rende la vitamina C uno dei rimedi naturali da preferire quando si vuole dare un po’ di carburante all’organismo. Nei casi invece di carenza di vitamina C, o di fragilità delle difese immunitarie, si può ricorrere agli integratori di vitamina C, sotto controllo medico.
   
L’alimentazione e il sistema immunitario
Aglio. L’aglio è conosciuto fin dai tempi antichi come antibiotico naturale in virtù della sua capacità di contrastare le infezioni. Oltre a curarle quando si sono manifestate, può anche evitare che si presentino, aiutando l’organismo ad evitare gli attacchi esterni. L’ideale sarebbe mangiare regolarmente l’aglio, direttamente in spicchi, oppure sorbirlo come infuso quando ci si ammala, se si riesce a reggere il sapore,

Legumi. Le vitamine del gruppo B sono importanti alleate del sistema immunitario e bisogna quindi privilegiarle nell’alimentazione. I principali alimenti in cui trovarli sono i legumi (fagioli, lenticchie, ceci e piselli) e i cereali, che contengono anche la vitamina B12, anch’essa rilevante per rafforzare le difese immunitarie.

Frutta e verdura. Tutti i tipi di frutta e verdura sono ricchi di vitamine, dalla A alla E alla C, e tutte queste vitamine offrono un sostegno fondamentale al sistema immunitario. Una classica mela al giorno,e poi la banana, la pera, il kiwi, i broccoli, le carote …  e l’elenco può allungarsi a dismisura. In generale, per capire quale frutta e quale verdura devono essere presenti nell’alimentazione per potenziare le difese immunitarie, ci si può orientare scegliendo quelle di colore giallo, arancione e verde scuro.

I nemici del sistema immunitario
Di alleati ne ha molti, come abbiamo visto, ma anche di nemici. I più agguerriti sono due: il fumo e lo stress.
Il sistema immunitario di sicuro non ha bisogno del fumo di sigaretta, in quanto la nicotina predispone l’organismo alle infiammazioni e alle infezioni, soprattutto a carico dell’apparato respiratorio per via dello stress a cui sottopone i bronchi e i polmoni. E non è tutto, perché nel momento in cui l’impatto del fumo costringe il sistema immunitario ad attivare in continuazione le sue difese, finisce per indebolirle a causa del troppo lavoro, per così dire.

Per quanto riguarda lo stress, sembra che questo agisca direttamente sui globuli bianchi, rendendoli più deboli. L’immediata e diretta conseguenza è che il sistema immunitario può non trovarsi preparato a fronte di attacchi esterni improvvisi. Non a caso infatti, nei periodi di forte stress accade di ammalarsi più spesso e con maggior frequenza.